Rapida soluzione

Truffa online: denunciato un pluripregiudicato che aveva sottratto 900 euro ad una infermiera pistoiese

Il lavoro dei Carabinieri della Stazione di Cireglio che hanno denunciato un pluripregiudicato campano che, nel mese di novembre, con una truffa online aveva sottratto 900 euro dal conto corrente di una pistoiese.

Truffa online: denunciato un pluripregiudicato che aveva sottratto 900 euro ad una infermiera pistoiese
Cronaca Pistoia, 04 Gennaio 2021 ore 15:47

Anno nuovo, altra truffa on line. Denunciato dai Carabinieri della Stazione di Cireglio un pluripregiudicato campano che, attraverso la tecnica del phishing, ha sottratto ad una ignara infermiera pistoiese ben 900 euro in poche ore.

Truffa online individuata dai Carabinieri di Cireglio

Nella mattinata di oggi, lunedì 4 gennaio, i Carabinieri della Stazione di Cireglio, al termine di una veloce attività di indagine avviata nel mese di novembre 2020, sono riusciti a deferire in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Pistoia, un pluripregiudicato campano, già gravato da svariati precedenti penali e di polizia in materia di reati contro il patrimonio e dedito in particolar modo alle frodi informatiche operate attraverso la tecnica del “phishing”.

A farne le spese questa volta è stata una infermiera di Pistoia che, nel mese di novembre 2020, controllando il suo estratto conto, si era resa conto che, in una sola giornata, le erano state addebitate ben tre transazioni sconosciute per un importo complessivo di più di 900 euro. Facendo mente locale a quanto successo quel giorno, la giovane donna si era ricordata di un sms proveniente dall’Istituto di Credito presso il quale aveva il proprio conto corrente arrivato sulla sua utenza cellulare, con il quale le veniva comunicato che vi era stato un accesso anomalo al suo conto, dovendo quindi immediatamente modificare, attraverso un link in allegato, le sue credenziali di accesso e la password. Addirittura, subito dopo aver ricevuto tale sms, la donna era stata anche contattata telefonicamente da un fantomatico uomo che, fingendosi un dipendente dell’Istituto di Credito, l’aveva sollecitata ad effettuare subito tale operazione, così da bloccare eventuali ulteriori prelievi truffaldini.

Ecco quindi che, una volta avuto accesso al link e inserito le proprie credenziali di accesso al conto, alla malcapitata era stata immediatamente prelevata la somma complessiva di 900 euro, senza che questa nemmeno potesse accorgersene in quel frangente. Qualche giorno dopo, controllando l’estratto conto, avendo scoperto di essere stata truffata, essa si era rivolta ai Carabinieri della Stazione di Cireglio i quali, dopo una veloce attività di indagine, sono riusciti ad identificare l’uomo che aveva contattato l’ignara infermiera, identificandolo in un pluripregiudicato di origine campana già gravato da numerosi precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio e dedito in particolari alle truffe on line.

Lo stesso è stato quindi immediatamente deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Pistoia, mentre la donna, attraverso la denuncia presentata ai Carabinieri, ha potuto ottenere dall’Istituto di credito la somma che le era stata indebitamente sottratta.

Per evitare di incappare in tali spiacevoli situazioni, il consiglio è sempre quello di attenersi a regole di massima prudenza e in particolare si raccomanda la massima riservatezza nella conservazione del numero e dei codici di accesso delle proprie carte di credito e più in generale di tutti i propri dati personali che, se in possesso di malintenzionati, possono aumentare il rischio di cadere preda di episodi truffaldini: al riguardo, bisognerà prestare particolare attenzione agli sms e alle mail che si ricevono, evitando nel modo più assoluto di cliccare link provenienti da sconosciuti o di fornire su tali mail i codici di accesso ai propri conti, in quanto nessun Istituto di credito richiede tali tipo di informazioni via mail o sms. In tali circostanze, è sempre consigliato quindi recarsi personalmente presso lo sportello bancario o postale e verificare sul posto eventuali problematiche di accesso al proprio conto corrente

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità