Menu
Cerca

Trasporto illegale di rifiuti pericolosi fermati due autocarri non autorizzati

Sequestro preventivo dei mezzi e deferimento all'autorità giudiziaria. Il sindaco Simone Calamai:« Non abbassiamo la guardia sulla lotta agli scarichi abusivi».

Trasporto illegale di rifiuti pericolosi fermati due autocarri non autorizzati
25 Giugno 2019 ore 16:21

Trasporto illegale di rifiuti pericolosi e non, la Polizia Municipale di Montemurlo ferma due autocarri non autorizzati.

Trasporto illegale di rifiuti

Nuova stretta della Polizia Municipale di Montemurlo contro l’abbandono di rifiuti sul territorio comunale: nel giro di pochi giorni gli agenti  hanno fermato ben due autotrasportatori privi delle regolari autorizzazioni per il trasporto di scarti pericolosi e non.

Nel primo caso si tratta di un cittadino di origini cinesi che, durante un servizio finalizzato alla prevenzione di scarichi abusivi, è stato fermato alla guida di un autocarro carico di rifiuti non pericolosi, costituiti da scarti di lavorazione tessile ed imballaggi. Dai controlli effettuati è risultato che l’iscrizione all’albo dei gestori ambientali della Toscana, esibita dal conducente, era stata cancellata con un provvedimento della Camera di Commercio di Firenze. L’uomo dunque non aveva alcuna autorizzazione per trasportare i rifiuti. Gli agenti hanno quindi deferito il conducente all’autorità giudiziaria ed hanno proceduto al sequestro preventivo finalizzato alla confisca del mezzo ed al sequestro probatorio dei rifiuti in attesa del loro corretto smaltimento, così come previsto dalla normativa in materia ambientale.

Fermato autocarro in collina

Ma non finisce qui, perché solo dopo pochi giorni, gli agenti della Municipale, questa volta durante un servizio svolto in abiti borghesi, su una strada vicinale della collina, hanno fermato un autocarro, condotto da un cittadino di origini dell’Est Europa, che trasportava rifiuti pericolosi e non pericolosi. All’interno del camion la Polizia Municipale ha trovato elettrodomestici nuovi ed esausti, trasportati dal camionista per conto di un noto centro commerciale al domicilio degli acquirenti. Purtroppo anche in questo caso il conducente non aveva alcuna autorizzazione per svolgere il servizio, poiché dall’iscrizione all’Albo Gestori Ambientali della Toscana risultava che l’autocarro utilizzato per il trasporto di rifiuti non era autorizzato. Pertanto gli agenti hanno denunciato sia il trasportatore che i distributori degli elettrodomestici ed hanno proceduto al sequestro preventivo finalizzato alla confisca del mezzo ed al sequestro probatorio dei rifiuti in attesa del loro corretto smaltimento.

Il commento del sindaco

Il sindaco del Comune di Montemurlo, Simone Calamai, interviene con forza sul tema degli abbandoni dei rifiuti e sottolinea l’importante lavoro svolto dalla Polizia Municipale:

«Sulla lotta agli scarichi abusivi di rifiuti il Comune di Montemurlo non abbassa la guardia. L’attività di controllo e prevenzione svolta dalla Polizia Municipale è fondamentale per mantenere la legalità e rappresenta un deterrente contro abbandoni o errati conferimenti. Il decoro e la tutela ambientale sono priorità di questa amministrazione che continuerà a lavorare con forza in questa direzione anche a tutela di cittadini e imprese che rispettano le leggi».

Anche il comandante della Polizia Municipale, Gioni Biagioni conferma che i controlli preventivi non si fermano:

«Continueremo con forza i controlli in abiti borghesi e con le pattuglie anche per tutelare tutti quei cittadini e quelle imprese che conferiscono e gestiscono i rifiuti in modo corretto. La prevenzione e il controllo del territorio sono fondamentali anche al fine di deterrenza».

LEGGI ANCHE: TRAGEDIA SFIORATA ALL’INDICATORE

LEGGI ANCHE: IL PARROCO NEL PISTOIESE RINUNCIA AL SUO INCARICO