Traffico bloccato ogni giorno a Ponte Buggianese, l'attacco di Fdi

Giornate di caos per il traffico a Ponte Buggianese a causa di lavori alle tubature dell'acqua: per Fratelli d'Italia, però, il sindaco e l'amministrazione comunale potevano prevedere tutto e trovare alternative.

Traffico bloccato ogni giorno a Ponte Buggianese, l'attacco di Fdi
Valdinievole, 25 Settembre 2019 ore 10:43

Dura presa di posizione da parte di Fratelli d'Italia di Ponte Buggianese per la situazione relativa al traffico veicolare in questi giorni di settembre: parla la portavoce Nadia Lupori chiedendo risposte al sindaco Nicola Tesi.

L'attacco di Fratelli d'Italia di Ponte Buggianese al sindaco Nicola Tesi sul traffico

Di seguito il comunicato inviato da Nadia Lupori di Fratelli d'Italia sulla questione del traffico di questi giorni a Ponte Buggianese.

Ore 18 di martedì 24 settembre 2019: in Via XXIV Maggio direzione centro del paese le autovetture sono in fila per decine di metri in attesa che il semaforo dei lavori in corso sul Ponte della Vittoria (Ponte nuovo per i Pontigiani) dia il via libero alla circolazione. Da oltre una settimana il transito sulla strada principale di Ponte Buggianese è difficile e in alcune ore della giornata praticamente impossibile.
Abbiamo cercato di capire i motivi di tale disagio e la risposta l’abbiamo trovata in una ordinanza (la n. 91
del 14/09/2019) della Polizia Municipale nella quale il responsabile, vista la mail inviata al Comune in data 13 settembre 2019 dalla società Suez-Acque Toscane con la quale la stessa chiedeva l’istituzione di un senso unico alternato in Via Puccini per poter effettuare lavori urgenti di sostituzione di una condotta
idrica, ordina dal giorno 16 settembre 2019 e fino al termine dei lavori l’istituzione di un divieto di sosta 0 – 24 su ambo i lati della strada in questione (con obbligo di rimozione) e un senso unico alternato (regolato con movieri o con semaforo) nel tratto compreso tra Via Fattoria e Piazza IV Novembre per la regolazione del traffico veicolare nella strada interessata dai lavori di sostituzione della tubatura dell’acquedotto e garantire al contempo la sicurezza degli operai e il montaggio del cantiere. Data inizio lavori: 16 settembre 2019. In sostanza al suono della prima campanella dell’anno scolastico 2019/2020 i numerosi alunni della scuola primaria del capoluogo e della scuola secondaria di 1° grado, distanti poche decine di metri dal semaforo provvisorio, hanno cercato di raggiungere le rispettive sedi accompagnati dagli operai che si recavano armati di pala presso il luogo dello scavo. E mentre pullman e scuolabus carichi di studenti devono aspettare che il verde del semaforo consenta loro di superare la zona critica, auto cariche di genitori e di lavoratori attendono impazienti il loro turno per accompagnare i figli e/o
andare al lavoro creando nelle ore di punta code lunghe e senza ombra di dubbio inquinanti. Inoltre, visto
la non felice scelta della data di inizio e con il massimo rispetto per gli operai impegnati nello scavo, ci
aspettavamo lavori celeri in modo da ridurre al minimo il disagio per chi è obbligato a transitare dalla zona; invece abbiamo constatato che sabato il cantiere si presentava tristemente deserto.
Visto i tempi biblici con i quali l’Amministrazione Comunale di Ponte Buggianese esamina interpellanze ed altri tipici atti in cui si concretizza la funzione di controllo da parte dell’opposizione e spesse volte consegna ai Consiglieri comunali di minoranza i documenti da loro richiesti agli uffici comunali, rivolgiamo tramite stampa alcune domande al primo cittadino.

Il Centrodestra, nella persona del consigliere Riccardo Buonamici, nei primi giorni di settembre ha protocollato una interrogazione in cui si chiedeva di conoscere le condizioni dell’acquedotto pontigiano, viste le numerose falle e perdite registrate nell’estate appena terminata: non sarà che le risposte un tantino elusive che l’assessore Sarti ha fornito durante la seduta consiliare di venerdì 20 settembre avevano alle spalle una situazione più grave di quella presentata tale da far in modo che iniziassero immediatamente i primi lavori di sostituzione tubature?

Era veramente necessario ed urgente far coincidere l’inizio lavori con l’apertura delle scuole, creando così notevole confusione del traffico veicolare visto e considerato l’alto numero di studenti delle scuole vicine
oltre al transito di scuolabus e dei pullman che trasportano gli alunni delle scuole secondarie di Lucca, Pescia e Montecatini Terme e che transitano obbligatoriamente da Via Puccini e Via XXIV Maggio? In
questo caso chiediamo di sapere quale urgente motivo ha spinto il Comune a ordinare l’istituzione del
senso unico appena 2 giorni dopo la richiesta di Suez-Acque Toscane. Tanta solerzia e prontezza avrà pure una spiegazione: attendiamo fiduciosi chiarimenti altrettanto rapidi ed esaurienti da parte del Sindaco.

LEGGI ANCHE: I comuni al top in Toscana di accessi per gli over45 ai siti di Escort

Seguici sui nostri canali