Test negativi al Nuovo Coronavirus per il caso segnalato

Si tratta di una donna di 59 anni di nazionalità italiana residente a Prato che ha soggiornato nell’hotel di Roma dove è stata ospite la coppia di cinesi ricoverati all’Ospedale Spallanzani.

Test negativi al Nuovo Coronavirus per il caso segnalato
07 Febbraio 2020 ore 15:24

Nessun allarme per il caso di Nuovo Coronavirus segnalato questa mattina alla struttura di Igiene e Sanità pubblica pratese dell’AUSL Toscana Centro.

Test negativi al Coronavirus

Si tratta di una donna di 59 anni di nazionalità italiana residente a Prato che ha soggiornato nell’hotel di Roma dove è stata ospite la coppia di cinesi ricoverati all’Ospedale Spallanzani e risultati positivi al Nuovo Coronavirus.

La donna, nella giornata di mercoledì ha presentato una sintomatologia febbrile ed il medico di medicina generale ha contattato la struttura di Igiene e sanità pubblica di Prato per la segnalazione. Il personale sanitario ha immediatamente applicato le procedure previste ed approvate dall’Unità Sanitaria di crisi Aziendale.

La segnalazione e i vari passaggi

E’ stata allertata la Centrale Operativa 118 che ha trasportato la signora dal suo domicilio al presidio ospedaliero Santo Stefano. Nel percorso sono state messe in atto tutte le misure di sicurezza previste. La paziente è arrivata nel reparto di malattie infettive dove sono stati applicati i protocolli ed effettuato i test previsti per la rilevazione della positività al Coronavirus, inviati immediatamente all’ospedale Le Scotte di Siena.

I risultati del test hanno dato esito negativo.

La salute della paziente

La paziente è ricoverata in malattie infettive, in buone condizioni generali.

“Ringraziamo tutto il personale sanitario coinvolto – ci tengono a sottolineare Renzo Berti, direttore del Dipartimento di Prevenzione e Daniela Matarrese, direttore del Santo Stefano. Tutti hanno dimostrato grande professionalità ed un elevato grado di efficienza”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità