Esito dell'operazione

Tentarono estorsione in viale Verdi a Montecatini Terme: custodia cautelare per due minori

Dopo l'intervento dello scorso ottobre da parte degli uomini della Polizia Municipale di Montecatini Terme, per due minorenni è scattata la misura cautelare per tentata estorsione che avvenne in viale Verdi.

Tentarono estorsione in viale Verdi a Montecatini Terme: custodia cautelare per due minori
Cronaca Valdinievole, 14 Dicembre 2020 ore 16:34

Sono state eseguite in questo fine settimana due custodia cautelari emesse dal Giudice del Tribunale dei minorenni di Firenze a carico di due ragazzi che lo scorso ottobre in Viale Verdi si erano resi autori di una estorsione verso dei coetanei che frequentavano il centro cittadino. Proprio nel mese di ottobre erano stati intensificati i servizi serali per controllare i luoghi della “Movida“ cittadina solitamente frequentati da molti giovani montecatinesi o provenienti da altri comuni limitrofi.

Custodia cautelare per due minorenni autori di estorsione a Montecatini Terme

I fatti oggetto dell’emissione delle custodie cautelari risalgono alla sera del 24 ottobre 2020 quando la pattuglia del Pronto Intervento della Polizia Municipale era stata avvicinata da due giovani montecatinesi, poco più che quindicenni, che spauriti e molto agitati avevano descritto l’aggressione subita pochi minuti prima nel centralissimo Viale Verdi, in modo dettagliato con elementi importanti per risalire all’aggressori.

Immediata è stata la risposta della Polizia Municipale che nel giro di poche ore ha individuato e fermato entrambi i giovani ragazzi minorenni autori del fatto. L’individuazione degli autori del grave reato si è resa possibile grazie al presidio della Polizia Municipale nei luoghi frequentati dai giovani e dal sollecito raccapricciante racconto reso dai due giovani montecatinesi dopo aver subito pesanti minacce degli aggressori che gli avevano estorto tutto il denaro in loro possesso, permettendo il fermo prima che si allontanassero dal centro cittadino. ù

Gli aggressori furono subito accompagnati presso la caserma di via del Salsero dove fu possibile dopo le perquisizioni personali recuperare la somma di denaro estorta. Le successive indagini eseguite dalla Polizia Municipale hanno consentito di risalire alla esatta dinamica dell’aggressione posta in essere da minorenni, D.A di 16 anni domiciliato in Montecatini e Z.M di anni 17 di Altopascio, già resisi autori di gravi reati contro la persona e di trasmettere l’esito al Tribunale dei Minorenni di Firenze.

Successivamente, considerata la gravità del fatto unitamente all’indole delinquenziale dei due minorenni ha disposto le custodie cautelari di cui una eseguita presso una comunità in provincia di Perugia e l’altro presso la propria abitazione.

Quello che è stato accertato lo scorso 24 ottobre rappresentano fatti gravissimi che sconvolgono l’intera cittadinanza montecatinese in quando gli autori dei reati sono giovani sedicenni pregiudicati anche per altri gravi reati contro la persona, che spudoratamente aggrediscono coetanei intenti a passare una serata in allegria in compagnia di amici e questo importante risultato raggiunto ci spinge a lavorare con maggiore impegno a tutela della sicurezza della nostra comunità, per garantire la vivibilità di tutto in nostro territorio Comunale, e per allontanare dalla nostra comunità persone che vi gravitano solo per commettere reati. L’invito ai giovani, che auguro ritornino a frequentare le zone del divertimento della nostra città dopo questo periodo di limitazioni, è quello comprendere che il Corpo di Polizia Municipale è sempre a loro fianco e che la nostra attività non deve essere vista solo per l’aspetto sanzionatorio, ma bensì come punto di riferimento a cui confidare quello che di anomalo succede vicino a loro per consentire di individuare e assicurare alla giustizia gli autori di reati a garanzia della legalità nella nostra città.