Vasta operazione

Stroncato dai Carabinieri lo spaccio nei boschi di Monsummano Alto: quattro arresti

Colpo allo spaccio di eroina e cocaina in Valdinievole da parte dei Carabinieri di Monsummano che hanno sventato un assiduo mercato nei boschi del borgo Alto: quattro arresti.

Stroncato dai Carabinieri lo spaccio nei boschi di Monsummano Alto: quattro arresti
Cronaca Valdinievole, 10 Dicembre 2020 ore 11:22

I Carabinieri della Stazione di Monsummano Terme, a conclusione di una mirata attività d’indagine, hanno tratto in arresto in flagranza di reato, 4 persone che a vario titolo avevano organizzato una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti nelle zone boschive di Monsummano Alto e di Montevettolini.

Spaccio nei boschi di Monsummano Alto, quattro arresti

L’attività d’indagine denominata “Green Hood”, avviata dai Carabinieri del luogo nel settembre 2020, ha permesso di individuare numerosi tossicodipendenti residenti in vari comuni della Valdinievole, soliti recarsi nelle aree boschive di quel centro, per acquistare stupefacente del tipo eroina e cocaina.

Dettaglio grazie al quale i Carabinieri hanno dato il via ai primi accertamenti che hanno condotto poi all’inizio di una vera e propria attività d’indagine.

La specifica attività condotta, ha consentito di raccogliere elementi utili a comprendere il modus operandi, le tempistiche e le dinamiche delle illecite condotte realizzate nei mesi di settembre e novembre 2020.

Sono stati individuati quali autori materiali dell’attività di cessione dello stupefacente C.J. 38enne e T.B 42enne, entrambi di origine tunisina, mentre i due soggetti italiani arrestati C.F. di 28 anni e D.M.P. di 40 anni, residenti nella Valdinievole, fungevano da fiancheggiatori, con il compito di individuare le aree rurali dove porre in essere l’attività di cessione, gestire parte dei contatti con i clienti, pianificare gli itinerari per raggiungere le aree di spaccio eludendo i controlli delle Forze dell’Ordine nonché fornire supporto logistico con autovetture, alloggi e viveri.

Nel corso delle operazioni protrattesi per circa due mesi, sono state documentate oltre 1062 cessioni di stupefacenti del tipo eroina/cocaina per un giro di affari quantificabili in circa 15.000 euro. Sono state sequestrate dosi di stupefacente confezionato e pronto per essere ceduto, materiale per il confezionamento e la pesatura dello stupefacente, denaro contante frutto dell’illecita attività nonché un machete utilizzato per predisporre le zone di spaccio liberandole dalla vegetazione in eccesso.

carabinieri monsummano alto spaccio

L’attività d’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Pistoia, si è conclusa dunque con l’arresto dei 4 soggetti indagati per il reato Art. 73 c.1 DPR 309/1190. Durante i successivi esami di convalida, per uno di essi è stata confermata la custodia in carcere, per un altro è stata disposta la custodia cautelare ai domiciliari, mentre per i restati due indagati è stata emessa la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza.