Contro il contagio

Stretta sulla movida, la Prefettura ordina maggiori controlli delle forze dell’ordine

Prefettura, forze dell'ordine, sindaci ed enti preposti in campo per rafforzare i controlli anti-Covid alla luce dell'aumento dei contagi: imposta una stretta ulteriore nei luoghi ritenuti centro di aggregazione della movida.

Stretta sulla movida, la Prefettura ordina maggiori controlli delle forze dell’ordine
Pistoia, 21 Ottobre 2020 ore 07:32

Si è tenuto in videoconferenza il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto Gerlando Iorio, cui hanno preso parte, oltre i vertici delle Forze dell’Ordine, i Sindaci dei Comuni di Pistoia, Agliana, Monsummano Terme, Montecatini Terme, Pescia e Quarrata, il rappresentante della Provincia di Pistoia, il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, il Direttore Sanitario dell’Azienda USL Toscana Centro ed il Presidente dell’Azienda di trasporti Copit.

Gli ordini della Prefettura: più controlli sulla movida delle forze dell’ordine

Durante la riunione, convocata dal Prefetto Iorio al fine di monitorare l’andamento del contagio da Covid19 sul territorio, e valutare gli opportuni interventi in materia di vigilanza sul rispetto delle disposizioni governative introdotte dal nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 18 ottobre 2020, è stata sottolineata la necessità di rafforzare i controlli di prossimità da parte delle Forze di Polizia con l’ausilio delle Polizie municipali nei principali punti di ritrovo, vie e piazze con particolare afflusso di persone nelle ore serali, nei locali pubblici e nei luoghi della “movida”, sia con riguardo alle limitazioni orarie di esercizio previste dal nuovo DPCM, sia con riferimento al rigoroso rispetto dei protocolli previsti per lo svolgimento delle attività di somministrazione.

Per favorire una puntuale attività di controllo, nel rispetto del nuovo quadro normativo che ora prevede, anche per il mancato uso dei dispositivi di protezione individuali, sanzioni pecuniarie da 400 a 1000 euro nonché la chiusura dell’esercizio da 5 a 30 giorni, il Prefetto Iorio ha quindi disposto l’intensificazione di dispositivi coordinati di vigilanza da parte delle Forze dell’Ordine e delle Polizie Locali. E’ stata anche svolta una precisa valutazione delle disposizioni del DPCM 18 ottobre 2020 che prevedono al possibilità di chiusura di vie e piazze in caso di potenziali assembramenti.

Al riguardo, si è convenuto che tale eventualità potrà essere disposta dal Comitato Ordine e Sicurezza Pubblica con il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati tenendo presente i fenomeni di maggiore aggregazione sociale in ragione delle concrete esigenze operative nonché e soprattutto dei dati relativi all’andamento epidemiologico. Pertanto, in via sperimentale e con riserva di nuove indicazioni, saranno immediatamente intensificati i controlli delle Forze di Polizia con particolare attenzione in corrispondenza dei luoghi più frequentati e maggiormente a rischio assembramenti, quali ad esempio i c.d. “spazi della movida”, le stazioni ferroviarie e le fermate dei mezzi di trasporto.

È fondamentale, ha evidenziato infine il Prefetto, che oltre ai controlli di polizia, il rispetto delle norme sia affidato al senso di responsabilità delle famiglie, oltre che degli esercenti, che dovranno prestare particolare attenzione all’afflusso degli avventori nei locali al fine di evitare assembramenti in prossimità degli esercizi commerciali negli orari di apertura consentiti.

Nel corso della riunione sono state inoltre analizzate sia l’attuazione delle misure anti-contagio nelle scuole del territorio che – di concerto con l’Ufficio Scolastico Provinciale – manterranno la differenziazione degli orari, salvo specifiche situazioni di criticità; parimenti, sono state oggetto di attenzione le tratte dedicate al trasporto scolastico del trasporto pubblico locale, invitando tutti gli attori coinvolti a proseguire nell’attività di scambio coordinato delle informazioni relative alle situazioni di maggior afflusso di studenti nonché ad eventuali variazioni di orario delle lezioni.

Il Comitato Ordine e Sicurezza Pubblica effettuerà un monitoraggio costante della situazione per l’eventuale immediata rimodulazione delle misure adottate in relazione all’andamento epidemiologico.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità