Strada statale Porrettana: riapertura per il tardo pomeriggio di sabato 23 novembre FOTO

Il transito sarà regolato a senso unico alternato per consentire l’avanzamento dei lavori.

Strada statale Porrettana: riapertura per il tardo pomeriggio di sabato 23 novembre FOTO
Pistoia, 23 Novembre 2019 ore 17:55

Strada statale Porrettana. A partire dal tardo pomeriggio di domani, sabato 23 novembre, sarà ripristinata la circolazione sulla strada statale 64 “Porrettana” nel tratto colpito da un dissesto geologico tra le località Pavana (PT) e Ponte della Venturina (BO) in prossimità del confine regionale tosco-emiliano. Il traffico sarà regolato a senso unico alterato con semaforo, al fine di consentire l’avanzamento dei lavori di consolidamento del versante e ricostruzione della carreggiata. In alcune fasi lavorative potranno essere necessarie ulteriori limitazioni al transito.

Strada statale Porrettana riaperta da oggi 23 novembre

La frana aveva interessato la zona lo scorso 4 febbraio compromettendo l’intera pendice, dalla strada fino al torrente sottostante, per un’estensione di circa 50 metri. I tecnici Anas avevano quindi immediatamente avviato i rilievi topografici, i rilievi geologici e le indagini geognostiche indispensabili per la progettazione dell’intervento di consolidamento del versante e ripristino del corpo stradale. Una volta ultimate tutte le fasi preliminari (rilievi, progettazione esecutiva, autorizzazione paesaggistica, archeologica, idrogeologica e idraulica) il cantiere era stato avviato l’11 giugno scorso.

7 foto Sfoglia la gallery

Investimento di 3,5 milioni

Il progetto prevede un investimento complessivo di circa 3,5 milioni di euro e comporta la movimentazione di circa 8mila metri cubi di terreno, la realizzazione di 126 pali, 214 micropali, un muro di sostegno al piede della frana e il nuovo piano stradale con barriere di sicurezza. In particolare, è prevista la realizzazione di una doppia paratia di pali con tiranti, del diametro di 80 centimetri per una profondità di 25 metri, ai quali viene incastrata una soletta a sbalzo in calcestruzzo armato per uno sviluppo di circa 80 metri e 5,8 metri di larghezza, al fine di ricostruire la sede stradale completa.
La stabilizzazione del pendio di monte sarà eseguita con reti chiodate paramassi e sistemazione idraulica.

 

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei