LA DENUNCIA

Sr 66 troppi rifiuti: la denuncia di Legambiente

Legambiente Quarrata propone l'utilizzo di videocamere di sorveglianza.

Sr 66 troppi rifiuti: la denuncia di Legambiente
Pistoia, 01 Marzo 2020 ore 14:53

Legambiente continua ad agire sul territorio per bonificare e segnalare discariche abusive  e rifiuti lungo i bordi delle strade.

Sr 66 troppi rifiuti

Durante questo sopralluogo Legambiente Quarrata ha fatto un video e fotografie alla enorme quantità di rifiuti e micro rifiuti , presenti nella fossa laterale fra la frazione di Casini e Catena sulla strada SR 66 , gettati dai finestrini delle auto da cittadini incivili.

Tutto questo  in collaborazione con l’ufficio ambiente del Comune di Quarrata e con le forze dell’ordine ed  è arrivato il momento di incidere ancora piu’ forte ed in modo  molto piu’  deciso  contro la criminalità ed i cittadini incivili ed è per questo che i volontari di Legambiente Quarrata stanno richiedendo  urgentemente una nuova riunione con il sindaco Marco Mazzanti ed i dirigenti  ALIA e ufficio ambiente del Comune di Quarrata per esporre le proposte e iniziare a risolvere questo grosso problema ambientale.

Videosorveglianza: la proposta di Legambiente

L’idea di Legambiente è l’installazione di telecamere mobili , che Legambiente Quarrata ha comprato  ed è  disponibile a farle usare ai vigili urbani sul territorio,  sempre che si trovi una collaborazione con le forze dell’ordine e per questo problema abbiamo chiesto una riunione con i vigili urbani di Quarrata ed inoltre  per parlare dei progetti di Legambiente Quarrata in modo specifico  per la gestione dei rifiuti, della riduzione della plastica monouso ,  del  Centro Eco e dell’economia circolare e di  stringere veramente per un rapporto di collaborazione tra scuole di Quarrata , Comune di Quarrata  e Legambiente Quarrata, come è stato già fatto per altre problematiche ambientali, tutto questo è possibile farlo iniziando ad interessarsi immediatamente con la Regione Toscana per il contributo ““ Avviso Pubblico per la concessione di contributi agli enti locali toscani per progetti in materia di video sorveglianza “    tramite la delibera N° 27 del 20/01/2020, Legambiente Quarrata puo’ , con un accordo  in clima di collaborazione con Ufficio Ambiente , se la cosa è fattibile per la delibera,  inserire nel progetto per il contributo regionale  la propria  telecamera , in modo  da avere i finanziamenti velocemente .

Centro Eco

“E’ importantissimo  per superare questa emergenza e per far crescere nei cittadini una nuova mentalità , se la legge lo permette ed in clima di collaborazione e partecipazione con ALIA e con il Comune di Quarrata , creare degli spazzi maggiori al Centro ECO e predisporre conteiners con scritte in cui gettarci le giuste tipologie di rifiuto, attualmente i piccoli sportelli ed i piccoli contenitori sono saturi dopo pochissime ore, vedi il video, inoltre è da trovare una soluzione per portare i rifiuti ingombranti al Centro Eco, anche con altri mezzi di trasporto , oltre a quello personale , vediamo cosa è possibile fare dopo aver studiato attentamente la legge nazionale e regionale ed inoltre predisporre personale ALIA , da tenere sempre presente presso il CentroECO”.

 

“Le “ Problematiche ambientali” Legambiente Quarrata  le porta avanti  con i cittadini, le istituzioni, le forze dell’ORDINE  e con l’ambientalismo scientifico, in pieno volontariato , gratis e con la nostra micidiale banca dati interattiva e multimediale, in cui vengono raccolte tutte le problematiche ambientali del Comune di Quarrata e dove è possibile rintracciare la documentazione ambientale prodotta e rivedere in qualsiasi momento l’avanzamento e le soluzioni tecniche proposte dalla nostra associazione per la salute e la sicurezza del nostri cittadini, infatti Legambiente Quarrata collabora con tutti, ma non delega niente a nessuno e quando si parla dei problemi ambientali che porta avanti vuol esserci per tutelare in modo corretto e trasparente  la salute e la sicurezza dei cittadini”.

13 foto Sfoglia la gallery
Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei