CRONACA

Soldi falsi, i carabinieri di Monsummano arrestano due cittadini rumeni

Nel corso della perquisizione, a bordo dell’abitacolo venivano rinvenute alcune buste contenenti generi alimentari acquistati con monete fasulle presso supermercati della zona: “Coop” del Centro Commerciale “Montecatini” , “Sigma” di Pieve a Nievole e “Di Più” di Ponte Buggianese.

Soldi falsi, i carabinieri di Monsummano arrestano due cittadini rumeni
Valdinievole, 27 Ottobre 2020 ore 12:30

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione CC di Monsummano Terme hanno tratto in arresto due cittadini rumeni per concorso in spendita di monete falsificate, entrambi domiciliati nella provincia di Pisa (di anni 28 e di anni 26). I militari, nel corso di un posto di controllo predisposto nell’ambito di uno specifico servizio di prevenzione e repressione, fermavano un’autovettura con a bordo due cittadini stranieri, uno dei quali, al termine del controllo, risultava gravato da precedenti specifici in materia di spendita di monete contraffatte.

Perquisita un’auto con a bordo un 28enne e un 26enne

Nel corso della conseguente perquisizione, a bordo dell’abitacolo venivano rinvenute alcune buste contenenti generi alimentari acquistati presso supermercati della zona e, precisamente, presso la “Coop” ubicata all’interno del Centro Commerciale “Montecatini” di Massa e Cozzile (PT), “Sigma” di Pieve a Nievole (PT) e “Di Più” di Ponte Buggianese (PT). Immediati riscontri effettuati presso i citati supermercati, consentivano di appurare che i soggetti fermati, poco prima, si erano recati presso i predetti punti vendita ove utilizzavano, in ciascuno di essi, una banconota contraffatta da euro 100,00, per acquistare prodotti di poco valore (spesa media di euro 15,00 circa), in modo da ricevere il resto e scambiare le banconote contraffatte.

I dipendenti dei citati supermercati non si sono resi conto di aver ricevuto banconote false, che sono state recuperate e sottoposte a sequestro solo a seguito di accurate verifiche effettuate tra le banconote presenti nelle casse dei citati esercizi. Ulteriori accertamenti consentivano di appurare che gli arrestati, prima di scambiare le banconote contraffatte presso i citati supermercati, avevano tentato di effettuare un acquisto presso il supermercato “Conad” di Ponte Buggianese (PT), non riuscendovi perché la cassiera si accorgeva della non genuinità della banconota esibita per effettuare il pagamento.

La refurtiva, avente un valore complessivo di euro 50,00 circa, è stata restituita ai legittimi proprietari.

I soggetti arrestati, in attesa di rito direttissimo, al termine delle formalità di rito sono stati posti agli arresti domiciliari a disposizione della competente

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità