Il sindaco di Pescia Oreste Giurlani è preoccupato per la riapertura delle scuole

Con 7000 studenti che gravitano su Pescia, il rischio è della crisi assoluta del traffico automobilistico alla riapertura delle scuole a causa della chiusura al Ponte degli Alberghi.

Il sindaco di Pescia Oreste Giurlani è preoccupato per la riapertura delle scuole
Valdinievole, 19 Agosto 2019 ore 14:23

Anche se manca ancora un mese alla riapertura delle scuole, l’allarme a Pescia è elevato: vista la chiusura del Ponte degli Alberghi c’è il rischio a metà settembre del caos totale. Quindi il sindaco Oreste Giurlani chiede operazioni urgenti alla Provincia ed al Prefetto.

Traffico a Pescia, l’allarme di Oreste Giurlani

Perdurando la chiusura del ponte degli Alberghi, visto che i tempi indicati dalla provincia di Pistoia per la riapertura sono piuttosto lunghi, il sindaco di Pescia Oreste Giurlani è molto preoccupato per la circolazione della città quando riapriranno le scuole, data fissata in Toscana per il 16 Settembre.

Per questo motivo il primo cittadino pesciatino aveva scritto, alla fine di luglio, una lettera al Prefetto Emilia Zarrilli chiedendole l’attivazione di un incontro istituzionale per affrontare preventivamente questo problema, fra tutte le componenti interessate dall’inizio della stagione scolastica.

“Come tutti sanno, la concomitanza della chiusura del ponte degli Alberghi e la riapertura delle scuole, specialmente i primi giorni quando ancora la situazione dei trasporti scolastici non è stabilizzata, rischia di diventare una miscela ancora più esplosiva per la circolazione di Pescia – commenta il sindaco di Pescia Oreste Giurlani – Ne abbiamo già avuto un assaggio nella parte finale dell’annata scolastica, ma ora sarà sicuramente peggio, visto che saranno circa 7000 gli studenti che graviteranno su Pescia, con altrettanti veicoli che convergeranno contemporaneamente sulla nostra viabilità. Noi vogliamo prevenire i disagi il più possibile e al nostro interno stiamo lavorando, ma per ottenere dei risultati di rilievo ci vuole il concorso di tutti i soggetti interessati, di tutti gli organi competenti. Mi auguro quindi – conclude Giurlani – che ci si attivi quanto prima per mettere in atto tutti i provvedimenti che impediscano alla circolazione pesciatina e, quindi, della Valdinievole, di andare in tilt e limitare questo rischio”.

LEGGI ANCHE: Operazione d’urgenza in cardiologia al San Jacopo su di una turista inglese

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità