“Serve una data certa per la riapertura del Ponte dei Mandrini” dicono da Cambiamo con Toti

Presa di posizione da parte di "Cambiamo con Toti" in merito alla mancanza di certezze per la riapertura del Ponte dei Mandrini in Val Sestaione. "Serve una data certa".

“Serve una data certa per la riapertura del Ponte dei Mandrini” dicono da Cambiamo con Toti
Montagna, 10 Gennaio 2020 ore 13:02

Ancora d’attualità il Ponte dei Mandrini sulla montagna pistoiese con la presa di posizione da parte di “Cambiamo con Toti” che esprime il proprio dissenso per quel che sta succedendo, soprattutto in termini di gestione della vicenda da parte della Provincia di Pistoia.

Ponte dei Mandrini, il parere di “Cambiamo con Toti”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del direttivo provinciale di “Cambiamo con Toti” con in testa Marco Poli e Antonio Gambetta Vianna.

La storia del Ponte dei Mandrini è fatta di errori ed orrori, i quali sono imputabili unicamente alla
provincia di Pistoia: sono più di 8 mesi che il ponte è chiuso procurando enormi disagi, economici e non
solo, agli abitanti della Val Sestaione. Sono mesi che osserviamo la vicenda, non solo sui giornali , ma anche attraverso la partecipazione ad assemblee pubbliche e parlando con alcuni addetti ai lavori.
Una chiusura rapida e incomprensibile, con una data di riapertura puntualmente disattesa e più volte
procrastinata, un modus operandi che fa pensare ad una gestione dilettantesca della Provincia.
Un plauso va al sindaco Diego Petrucci e all’amministrazione di Abetone Cutigliano che, dobbiamo dire, hanno fatto l’impossibile per far riaprire la strada. Non ultima l’ordinanza per far riaprire la strada almeno nei giorni di maggior afflusso (ovvero le festività natalizie), soprattutto per i mezzi di soccorso.
In questi giorni è apparsa sui giornali la richiesta di una data certa per la riattivazione del ponte,
proveniente dal comitato per la riapertura della Sp 20. Come comitato di Cambiamo con Toti –
Montagna P.se , appoggiamo questa richiesta e auspichiamo che finalmente a breve la Sp20 sarà di
nuovo percorribile.

Inoltre, pensiamo che dovrà essere avviato un ragionamento generale sull’intera rete stradale delle zone
montane pistoiesi che, senza distinzioni di statali, regionali, provinciali e comunali; sono in uno stato
inaccettabile. Come Comitato di Cambiamo stiamo studiando un modo concreto e fattibile per cambiare la situazione, nei prossimi mesi ci faremo sentire attivamente su questo problema.

LEGGI ANCHE: Le promesse disattese sul Ponte dei Mandrini

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità