Serravalle, vicesindaco e FdI contro Arpat: "Ci dia delle risposte sui cattivi odori"

"Ad oggi, a distanza di 25 giorni dalla prima segnalazione dagli abitanti di Ponte Stella, non abbiamo avuto ancora nessun ritorno di informazioni da parte di Arpat".

Serravalle, vicesindaco e FdI contro Arpat: "Ci dia delle risposte sui cattivi odori"
19 Dicembre 2019 ore 11:30

“Non possiamo attendere oltre, Arpat deve darci delle risposte”. L’assessore all’ambiente di Serravalle, Federico Gorbi non usa mezzi termini e va dritto al punto anche perché la situazione della presenza di cattivi odori che puntualmente ogni giorno alla stessa ora vengono avvertiti dagli abitanti di Ponte Stella, si fa sempre più critica.

La polemica del vicesindaco Gorbi

“Abbiamo scritto ad Arpat in data 22 novembre – spiega l’assessore Gorbi – per segnalare la presenza di cattivi odori in zona Ponte Stella, probabilmente provenienti dalla discarica di Fosso del Cassero, abbiamo poi fatto presente il medesimo problema in data 4 dicembre durante l'annuale assemblea del Comitato di Controllo a cui ha lo stesso direttore di Arpat ha partecipato ed infine abbiamo nuovamente scritto in data 10 dicembre per sottolineare la permanenza del problema e per sollecitare un pronto riscontro. Ad oggi, a distanza di 25 giorni dalla prima segnalazione, non abbiamo avuto ancora nessun ritorno di informazioni da parte di Arpat, nonostante che il fenomeno si presenti puntualmente ogni giorno nella stessa fascia oraria. A questo punto vogliamo sapere quanto prima e senza ulteriori indugi, le azioni intraprese ed i risultati raggiunti affinché si possa risolvere il problema per dare serenità ai cittadini che vivono in zona e che ci sollecitano ogni giorno”.

Protesta anche Fratelli d'Italia

Riteniamo particolarmente grave tale comportamento da parte di un ente preposto alla protezione ambientale, che, per la finalità per cui esiste, ha il dovere di offrire risposte certe nel minor tempo possibile a tutela della sicurezza e della salute della cittadinanza - dicono invece Avvanzo e Bardelli di FdI - Abbiamo letto che la diminuzione dei controlli e delle ispezioni sarebbe da attribuire alla mancanza di personale. Qualunque sia il motivo, come esponenti politici e semplici cittadini chiediamo alla Regione Toscana, di cui ARPAT è strumento, che questo venga subito messo nella condizione di funzionare ed essere operativo per garantire l'attuazione degli indirizzi regionali nel campo della prevenzione e tutela ambientale secondo quanto previsto nella sua Carta dei servizi e delle attività.
Considerate le omissioni dell’ente, gradiremmo sapere se continuino ad essere regolarmente effettuate le verifiche e le ispezioni annuali all’interno dell’impianto del Cassero . Con l’occasione chiediamo altresì, come abbiamo fatto in passato purtroppo senza esito, che i dati risultanti dai controlli annuali vengano tempestivamente comunicati da ARPAT all’Amministrazione Comunale per poter essere pubblicati sul sito istituzionale del Comune ed essere così finalmente alla portata di tutti, in nome del principio della informazione e della trasparenza".

Leggi anche: Serravalle, è partita la campagna “Amo il mio Comune, compro nel mio Comune”

Seguici sui nostri canali