Cronaca
Le sentenze

Sedici condanne ed una assoluzione per reati legati allo spaccio in tutta la piana pistoiese

Il Tribunale di Pistoia ha conferito ben 16 condanne ed una assoluzione fra italiani e marocchini scovati dai Carabinieri della Stazione di Quarrata nell'inchiesta "Suk" arrivata al suo culmine nel settembre 2018 che riguardava un importante giro di spaccio fra Pistoia, Prato e Firenze.

Sedici condanne ed una assoluzione per reati legati allo spaccio in tutta la piana pistoiese
Cronaca Piana, 30 Maggio 2020 ore 16:07

Le condanne sono state emesse dal Tribunale di Pistoia in merito all'indagine "Suk" portata avanti dai Carabinieri di Quarrata fino al settembre 2018: soltanto una assoluzione in una inchiesta che ha scovato un giro di sostanze stupefacenti fra Pistoia, Prato e Firenze.

Sedici condanne per spaccio nella piana pistoiese

Venerdì 29 maggio, il Tribunale di Pistoia ha emesso 16 condanne ed una assoluzione nei confronti di altrettanti soggetti di nazionalità italiana e marocchina responsabili a vario titolo di numerosi reati connessi alla detenzione ed allo spaccio di sostanze stupefacenti (cocaina ed hashish) avvenuti nel periodo compreso tra gennaio 2016 e settembre 2018 nelle province di Pistoia, Prato e Firenze.

Le condanne rappresentano, quindi, una totale conferma dell’impianto accusatorio fondato sulla complessa attività investigativa, denominata “Suk”, condotta dai militari della Stazione Carabinieri di Quarrata e coordinata dai sostituti procuratori della Repubblica di Pistoia.

Le indagini, avviate nel gennaio 2016 dai Carabinieri di Quarrata e protrattesi ininterrottamente fino al settembre 2018, hanno permesso di individuare più gruppi criminali dediti allo spaccio di stupefacenti composti per la maggior parte da cittadini nordafricani operanti su tutto il territorio della piana Pistoiese e nelle province limitrofe.

Sono infatti quasi cinquemila gli episodi di spaccio accertati dai militari dell’Arma che nel corso delle indagini hanno monitorato con una meticolosa attività costituita da pedinamenti, controlli estemporanei ed intercettazioni telefoniche e ambientali, oltre 30 cittadini marocchini e alcuni cittadini italiani dediti al traffico e spaccio di cocaina ed hashish. Le condanne di queste ore si vanno ad aggiungere a quelli di altri coimputati che di avvalersi di riti alternativi.

LEGGI ANCHE: Tutti i controlli "anti-covid" della Polizia Municipale di Quarrata

Seguici sui nostri canali