NOVITA'

Scuole Galilei: inaugurati i lavori di manutenzione straordinaria

In corso le opere di adeguamento alle misure anti-Covid in sei Istituti Comprensivi per 520.000 euro. In fase di completamento le opere di messa in sicurezza e di sistemazione realizzate dal Comune in diversi edifici scolastici durante l'estate per 1.700.000 euro.

Scuole Galilei: inaugurati i lavori di manutenzione straordinaria
Pistoia, 10 Settembre 2020 ore 17:16

Si è tenuta questa mattina l’inaugurazione dei lavori di manutenzione straordinaria e abbattimento delle barriere architettoniche svolti alla scuola primaria ”Galilei”. Durante i mesi estivi, infatti, sono stati rifatti sette blocchi bagno, ricavando cinque bagni per disabile, sistemati la palestra interna e i percorsi esterni utili a ottimizzare gli accessi all’edificio e migliorare la sicurezza antincendio. Portati a compimento anche la sistemazione del percorso all’aperto di collegamento tra la scuola primaria e secondaria di primo grado, il rifacimento del terrazzo di ingresso e della scala esterna da tempo non agibili, la sostituzione degli infissi non ancora a norma antinfortunistica e ulteriori interventi. Alle elementari dello Scornio, in via Monterosa, si sono conclusi invece i lavori di manutenzione delle superfici in cemento armato esterne all’edificio. L’ammontare complessivo degli interventi in questi due plessi è di circa 240mila euro.

Il punto sui lavori di messa in sicurezza

In occasione dell’inaugurazione, il sindaco e l’assessore all’edilizia scolastica hanno fatto il punto sui lavori di messa in sicurezza e di sistemazione delle scuole realizzati dal Comune in diversi edifici scolastici durante il periodo estivo per 1.700.000 euro, a cui si aggiungono le opere di adeguamento alle misure anti-Covid già in corso nei sei Istituti Comprensivi di Pistoia per 520.000 euro. In totale, quindi, i progetti attuati in questi ultimi mesi ammontano a oltre due milioni di euro.

I lavori di manutenzione straordinaria ai plessi scolastici sono in fase di completamento, mentre per quelli programmati per far fronte all’emergenza sanitaria si è dovuto aspettare lo stanziamento dei Fondi strutturali europei.

LAVORI DI ADEGUAMENTO ANTI-COVID
Sei, uno per ogni istituto comprensivo e che riguardano numerosi plessi, i progetti di adeguamento degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza all’emergenza sanitaria elaborati dai tecnici del servizio edilizia scolastica, che hanno lavorato senza sosta per progettare e affidare i lavori in tempi record. Con lo stanziamento dei fondi strutturali europei, per un totale di 520mila euro, l’Amministrazione comunale ha potuto dare il via agli interventi mirati al recupero di spazi didattici e alla realizzazione di nuovi accessi ai plessi per facilitare l’entrata e l’uscita degli studenti. I lavori andranno avanti ancora per qualche settimana, ma senza interferire con l’attività didattica, visto che molti riguardano la sistemazione e la suddivisione degli spazi esterni.

Alcuni, tuttavia, sono già iniziati e presto saranno conclusi. Sono, ad esempio, i lavori alla scuola secondaria di primo grado Anna Frank e alla secondaria di primo grado Roncalli dove si sta intervento in modo particolare sulla suddivisione degli spazi interni per la formazione di nuove aule e con opere di impiantistica.

Alla scuola primaria di Spazzavento è in corso la sistemazione dell’area esterna per diversificare i punti di entrata e uscita dall’edificio, mentre partiranno a breve perché già aggiudicati i lavori alla scuola secondaria di primo grado Leonardo da Vinci e alla primaria di Pontenuovo, dove è prevista perlopiù la sistemazione dell’area esterna con la realizzazione di vialetti pedonali.

Opere di sistemazione dell’area esterna sono previste anche alla scuola primaria ”Modesta Rossi” di Ponte alla Pergola, alla ”Maestra Elisabetta” di Piuvica, alla Roccon Rosso e alla scuola dell’infanzia di Badia a Pacciana.

LAVORI DI MANUTENZIONE E MESSA IN SICUREZZA

Con l’obiettivo di garantire edifici sicuri e funzionali con lavori di miglioramento sismico, rifacimenti strutturali, riqualificazioni energetiche e adeguamento degli spazi, nei mesi estivi l’Amministrazione comunale ha aperto12 cantieri. La maggior parte degli interventi sono conclusi, altri si chiuderanno a breve.

Alla scuola dell’infanzia Il Melograno è già stato inaugurato il miglioramento sismico effettuato con il primo lotto di lavori da 480mila euro (cofinanziati per 200mila euro dalla Fondazione Caript), mentre a Le Piastre è stato avviato un nuovo servizio, ossia il nido ”La città nel bosco” che si trova all’interno della scuola dell’infanzia ”La Margherita”.

Il Comune è intervenuto, poi, alla primaria Roccon Rosso con un’opera di riqualificazione energetica che ha riguardato una porzione del tetto. L’intervento garantisce la riduzione delle dispersioni termiche e ha permesso di risolvere il problema delle infiltrazioni d’acqua con un investimento da 150mila euro. Completato l’efficientamento energetico alla primaria Petrocchi e alla scuola di Cignano, mentre è ancora in corso a La Margherita, per un ammontare complessivo di circa 400mila euro (somma ottenuta dal Comune attraverso la partecipazione al bando per i fondi Kyoto). Chiuso il cantiere per il rifacimento della pavimentazione al nido Il Faro e gli interventi di miglioramento sismico che si sono resi necessari a seguito delle verifiche effettuate nelle scuole elementari di Croce di Gora con un’opera da 215mila euro (cofinanziata dalla Fondazione Caript).

Sono, infine, in fase conclusiva i lavori di adeguamento del sistema antincendio alla scuola primaria Bertocci con un’opera da 200mila euro.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità