Cronaca
POLITICA

Scarichi nel torrente Pescia dal depuratore. Capecchi (FdI): “Per Arpat occorre la diffida. Attendiamo che la Regione si muova”

Fuori norma alcuni valori degli scarichi del depuratore 'Fattoria' di Ponte Buggianese

Scarichi nel torrente Pescia dal depuratore. Capecchi (FdI): “Per Arpat occorre la diffida. Attendiamo che la Regione si muova”
Cronaca Valdinievole, 13 Ottobre 2021 ore 16:05

“Incrementi dei livelli di fosforo e azoto nel torrente Pescia causato dallo scarico del depuratore. È quanto emerge dalle carte ottenute tramite un accesso agli atti che ho presentato sul depuratore 'Fattoria' di Ponte Buggianese". Così il consigliere regionale e vice presidente della commissione Ambiente e Territorio Alessandro Capecchi.

I dati

"I dati provenienti dagli esiti dell'attività di controllo programmata da Arpat sull'impianto gestito da Acque Spa hanno messo in evidenza alcune criticità e reso noto che sono state inosservate anche alcune prescrizioni dell'Aua. L'impianto è dunque problematico e Arpat ne ha sempre evidenziato i problemi di funzionamento, tra cui difficoltà nello smaltimento di accumuli che quindi causano la presenza di fango in superficie che emette maleodoranze fastidiose per i residenti; e lo scarico di azoto e fosforo nel torrente Pescia oltre i limiti consentiti.

Come evidenziato dalla relazione di Arpat è infatti necessario che il depuratore Fattoria ripristini al più presto alcune parti dell'impianto che, in caso di corretto funzionamento, riuscirebbero ad abbattere i valori di fosforo e azoto nello scarico che finisce nel torrente. Continueremo a prestare attenzione e attendiamo che la Regione Toscana prenda tutti i provvedimenti necessari in merito a questa vicenda particolarmente delicata e sentita dai cittadini”, ha concluso Capecchi.