Sabato torna “Vin santo è”: degustazione alla società agricola Marini Giuseppe

Marini aprirà dal vivo i caratelli del vin santo dalle 15,30, dove il mosto di uve scelte riposa tre anni e passa gran parte del suo lungo viaggio.

Sabato torna “Vin santo è”: degustazione alla società agricola Marini Giuseppe
Pistoia, 08 Gennaio 2020 ore 23:06

Degustazioni in azienda, consigli dei produttori, contatto diretto produttore-consumatore: è sempre di più questa la formula che spinge l’economia del vino, avvicinando al mercato enologico non solo gli esperti ma il crescente trend dell’enoturismo.

A dirlo sono i dati che evidenziano i numeri in ascesa della scelta da parte dei consumatori di vino, di un’esperienza completa che parte
dalla visita dell’azienda, dalle camminate tra le viti fino al sedersi ad una tavola imbandita in cui vino e vin santo valorizzano altri prodotti tipici. Si parlerà anche di questo, delle nuove frontiere del consumo del vino, sabato pomeriggio nella vinsantaia dell’azienda Marini Giuseppe, durante la 16° edizione di “Vin Santo è”.

Marini aprirà dal vivo i caratelli del vin santo

Originale manifestazione simbolo di come la famiglia di produttori vinicoli alle pendici della prima collina pistoiese, abbia fatto da anni dell’ accoglienza un cardine del suo lavoro. Scommettendo su iniziative create ad hoc per valorizzare i suoi prodotti come quella che sabato tornerà nei locali dell’azienda di via Sestini, quando insieme ad esperti e curiosi, Giuseppe
Marini aprirà dal vivo i caratelli del vin santo. Là dove il mosto di uve scelte riposa tre anni e passa gran parte del suo lungo viaggio, che rispetta i tempi lenti di una lavorazione tramandata di padre in figlio, da nonno Roberto ai figli di Giuseppe, e che punta sulla qualità. Produttore e consumatori, siano questi rappresentanti delle istituzioni, di associazioni di categoria e di promozione del
territorio, assaggeranno così insieme per la prima volta il nuovo vin santo.

Un’esperienza unica nel suo genere, in cui i produttori si mettono a nudo, pronti a sottoporsi ai primi giudizi sul prodotto senza averlo sentito prima e dove i consumatori hanno la possibilità di vivere qualcosa di irripetibile. Entrando dentro alla lavorazione del vin santo che, all’uscita dei caratelli, si può già degustare ma che continuerà il suo viaggio prima della messa in vendita con altri due anni di affinamento in bottiglia.

Per prenotazioni, chiamare il numero 0573/451162.

Leggi anche: Misericordia di Pistoia, la premiazione dei presepi rionali

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità