Controllo del territorio

Si ritrovano in 12 in un circolo privato a Quarrata: sanzionati dai Carabinieri

Serata di controlli quella del 25 aprile a Quarrata: i Carabinieri hanno multato ben 12 persone che si erano ritrovate in un circolo privato, l'unico presente nella zona, in via della Costaglia. Stavano mangiando e bevendo in compagnia.

Si ritrovano in 12 in un circolo privato a Quarrata: sanzionati dai Carabinieri
Piana, 26 Aprile 2020 ore 15:47

Durante il pattugliamento del territorio per far rispettare il decreto “anti-contagio” Coronavirus, nella serata del 25 aprile i Carabinieri hanno scovato 12 persone all’interno di un circolo privato in via della Costaglia a Quarrata: tutti denunciati perché, ovviamente, li non ci potevano stare.

In 12 in un circolo privato a Quarrata: scattano le sanzioni

Anche in questi giorni prosegue incessante il controllo del territorio da parte dei Carabinieri in provincia di Pistoia per far rispettare le direttive imposte dal Dpcm “anti-contagio” da coronavirus. Basti pensare che, soltanto fra 24 e 25 aprile, sono state fatte ben 614 verifiche sul territorio andando a sanzionare 46 persone e controllati anche 38 esercizi commerciali risultati, invece, tutti in regola.

Fra gli aspetti da segnalare, purtroppo, quanto successo nella tarda serata di sabato 25 aprile quando la Compagnia di Pistoia, unitamente al Nucleo Radiomobile, si è trovata a passare per via della Costaglia a Quarrata ed i militari hanno notato numerose automobili lungo la strada parcheggiate fuori dai locali di un circolo privato, l’unico della zona (non si tratta di un bar).

Dopo essersi fermati ed aver ispezionato l’area, sono state individuate ben 12 persone che si stavano intrattenendo in una sala del circolo mangiando e bevendo alcolici: ovviamente, tutti sono stati multati visto che non avevano alcuna valida motivazione per essere in quel luogo e non rispettando, pertanto, il Dpcm.

LEGGI ANCHE: Ginecologo soccorso dalla Volante della Polizia

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità