Prevenzione Covid-19

Rispetto delle norme anti-contagio, i controlli della Polizia fra Collodi, Pescia e Chiesina Uzzanese

Il bilancio dei controlli della Polizia del commissariato di Pescia in Valdinievole fra bar controllati a Collodi e chi si è fermato in mezzo ad una strada alle 2 di notte a fumare una sigaretta e parlare.

Rispetto delle norme anti-contagio, i controlli della Polizia fra Collodi, Pescia e Chiesina Uzzanese
Valdinievole, 18 Novembre 2020 ore 14:42

Nell’ambito dei servizi disposti con apposita ordinanza del Questore di Pistoia volti alla verifica del rispetto delle più stringenti misure introdotte dal nuovo D.P.C.M., i poliziotti del Commissariato di Pescia, diretto dal Vice Questore Floriana Gesmundo, durante l’attività di controllo del territorio finalizzata al rispetto delle misure di contenimento del contagio e delle limitazioni previste per le attività commerciali accertavano che presso un Bar nella zona di Collodi, il titolare aveva appena somministrato una bevanda ad un cliente versandola in un bicchiere e nel tentativo di evitare la sanzione amministrativa, giustificava la violazione asserendo che non vi era nulla di irregolare essendo consentito l’asporto.

I controlli della Polizia in Valdinievole per far rispettare le norme anti-contagio

Inoltre durante la notte, tra le 2.00 e le 4.00, sono state contravvenzionate anche tre persone, residenti a Pescia, sottoposte a controlli di Polizia uscite con la scusa di fumare una sigaretta.

In particolare due di loro, fermati in auto, si sono giustificati dicendo di essere usciti per acquistare le sigarette al distributore automatico e di averne approfittato per fermarsi a fare una chiacchierata, mentre il terzo si giustificava dicendo di essere uscito in macchina per fumare una sigaretta in giro.

Ultimo significativo controllo ha riguardato un bar di Chiesina Uzzanese per la segnalata presenza di un assembramento all’esterno.

All’arrivo della volante del Commissariato veniva notata la presenza di una sola persona, già nota alle Forze dell’Ordine, la quale stava bevendo una bottiglia di birra davanti al bar. Alla vista dei poliziotti tentava di nasconderla portando la mano dietro la schiena, iniziando poi ad innescare una discussione con gli operatori di Polizia, polemizzando in generale sui divieti imposti. Dopo aver accertato che anche il titolare più volte l’aveva redarguito circa il divieto di sostare e di consumare la birra fuori dal bar, il soggetto veniva opportunamente sanzionato.
La quasi totalità delle numerose persone controllate in questi ultimi giorni sono risultate in regola con le vigenti disposizioni in tema di spostamenti, evidenziando come una sola persona sia stata sanzionata per il mancato utilizzo della mascherina.​

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità