Riqualificazione di Bottegone, prorogati i termini al 2023

Causa ritardi per la progettazione della terza corsia della A11 Firenze-Mare, fondamentale per attuare tutto il piano, è arrivata comunicazione di slittamento termine lavori per la riqualificazione di Bottegone a fine 2023.

Riqualificazione di Bottegone, prorogati i termini al 2023
Pistoia, 19 Novembre 2019 ore 18:02

Approvato il nuovo cronoprogramma per il “Bando Periferie” riferito al progetto di riqualificazione urbana di Bottegone che, secondo gli ultimi aggiornamenti, vedrà i primi cantieri dal prossimo aprile: si sono così allungati di realizzazione di due anni a causa del rallentamento della progettazione per la terza corsia della A11 Firenze-Mare.

Riqualificazione di Bottegone, ora c’è tempo fino al 2023

E’ stato prorogato al 2023 il termine per la riqualificazione urbana di Bottegone. Lo ha confermato martedì 12 novembre la Presidenza del Consiglio dei Ministri al Comune di Pistoia con l’approvazione del nuovo cronoprogramma.

«Si tratta di una notizia importante e non scontata, che corona il lavoro di due anni – ha commentato l’assessore al governo del territorio Alessandro Capecchi – Questa riformulazione dei tempi ci permetterà di andare avanti nell’impegnativo e complesso lavoro intrapreso con l’obiettivo di aprire i primi cantieri nel corso del prossimo anno e di proseguire su questa strada fino al termine del 2023 con i tanti cantieri previsti. Una delle questioni che si ponevano – ha chiarito Capecchi – era rispettare i termini del cronoprogramma accordati con la Presidenza del Consiglio dei Ministri; senza questa deroga, da noi richiesta per i ritardi nella partenza del progetto della terza corsia della A11, eravamo a rischio di revoca dei finanziamenti, visto che il Comune ha sottoscritto con la Presidenza del Consiglio una convenzione con termini, obblighi e impegni da rispettare. Ringrazio il dirigente e i tecnici per l’ottimo lavoro svolto, oggi siamo in condizione di confrontarsi con la popolazione nel merito dei progetti con la certezza che i soldi arriveranno».

In questi giorni l’intero progetto di riqualificazione di Bottegone ha ottenuto il parere favorevole della commissione edilizia. Intanto si è conclusa la gara per il lotto n. 1 della riqualificazione dei due edifici di edilizia residenziale pubblica in via D’Aragona da parte della Spes. La firma del contratto è prevista entro il 31 dicembre prossimo e la partenza dei lavori nel gennaio 2020. Gli interventi riguardano la manutenzione straordinaria (efficientamento energetico attraverso la sostituzione degli infissi – ma anche tinteggiature e altre migliorie). Inoltre sono in corso le gare di appalto per i lotti 2 e 3 della mobilità dolce, che prevede la realizzazione di marciapiedi, percorsi ciclopedonali, attraversamenti pedonali protetti e arredo urbano lungo le strade adiacenti a via Fiorentina.

“Per quanto riguarda il progetto dell’Asse dei Vivai – ricorda Capecchi – si attende la conferma da parte del Ministero Infrastrutture e Trasporti per la realizzazione della terza corsia e del nuovo casello di Pistoia est. Questo perché gli interventi di miglioramento su via Fiorentina sono utili solo se il traffico pesante, in prospettiva, sarà deviato sul nuovo asse e verso il nuovo casello. I lavori, in ogni caso, dovranno essere completati entro il 2023, proprio a seguito dei ritardi sui progetti di competenza della Società Autostrade».

Per quanto riguarda la messa in sicurezza dal rischio idraulico di un ettaro di area scolastica – che comprende l’edificio della scuola media Martin Luther King, la palestra scolastica, il giardino dell’istituto e il campetto di gioco all’aperto – sarà realizzato un muro stagno dell’altezza di 1,20 metri. Ciò è stato deciso al termine della conferenza dei servizi che si è conclusa nei giorni scorsi, dopo tre mesi di lavoro, ottenendo il parere favorevole di Soprintendenza per l’aspetto paesaggistico, del Genio civile e dell’Autorità di bacino per gli aspetti idraulici.

Intanto la giunta comunale ha approvato una delibera per incaricare il servizio infrastrutture, mobilità e promozione sportiva di studiare idonee soluzioni progettuali – finalizzate a ridurre le interferenze dei cantieri previsti nel polo scolastico Martin Luther King – con il regolare svolgimento dell’attività didattica e di implementare i progetti definitivi approvati dalla giunta nel 2018 alle condizioni approvate nella conferenza dei servizi appena conclusa. Infine la giunta ha incaricato l’ufficio di studiare soluzioni per l’intervento di riqualificazione delle strutture sportive della scuola Martin Luther King, inserendo nella progettazione gli interventi per adeguare il campo gioco esistente secondo i contenuti del progetto consegnato il 12 novembre al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.

«Siamo alla vigilia di un grande lavoro – ha detto Capecchi – che comporterà, inevitabilmente, disagi nel momento in cui partiranno i cantieri di lavoro. Per questo motivo la giunta, con una delibera, ha incaricato il servizio infrastrutture di coordinare efficacemente i cantieri».

Sul fronte della partecipazione, dopo la conclusione della prima parte di incontri a Bottegone per la presentazione del progetto di riqualificazione urbana della frazione, altri appuntamenti si svolgeranno entro la fine del 2019 e anche nel 2020 per raccogliere riflessioni, suggerimenti e spunti. Le slide e i materiali progettuali presentati durante le assemblee e i verbali che riassumono gli argomenti discussi durante gli incontri a Bottegone sono sul sito web del Comune all’indirizzo http://www.comune.pistoia.it/14228.

LEGGI ANCHE: Riqualificazione di Bottegone, ad aprile 2020 i primi cantieri

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità