Cronaca
la misura adottata

Rapinò un giovane sull'autobus in centro a Pistoia, 22enne finisce ai domiciliari

Arresti domiciliari per un 22enne marocchino accusato di rapina ai danni di un coetaneo a bordo di un autobus lo scorso 18 agosto nel centro di Pistoia: provvedimento arrivato dopo l'intensa attività della Polizia di Stato.

Rapinò un giovane sull'autobus in centro a Pistoia, 22enne finisce ai domiciliari
Cronaca Pistoia, 31 Agosto 2022 ore 13:09

Nel pomeriggio di ieri, martedì 30 agosto, la Polizia di Stato ha arrestato un cittadino marocchino di 22 anni residente a Pistoia, gravato da numerosi precedenti penali per reati contro la persona ed il patrimonio, in esecuzione di Ordinanza applicativa degli arresti domiciliari.

La Polizia arresta un marocchino di 22 anni

Il ragazzo 22enne a seguito degli accertamenti esperiti dalla Squadra Mobile è stato ritenuto responsabile di aver commesso, lo scorso 18 agosto, una rapina a bordo di un autobus delle Autolinee Toscane nel centro storico pistoiese, allorché ha derubato un giovane ventenne anch’egli residente a Pistoia dei 40 € che quest’ultimo teneva nel proprio marsupio, strattonandolo ed intimandogli di non reagire.

In particolare, a seguito della denuncia presentata dalla parte offesa presso gli uffici della Questura, gli investigatori della Polizia di Stato hanno sviluppato un’intensa attività investigativa, con specifico riferimento all’analisi delle riprese video compiute dalle telecamere a bordo dell’autobus ed in prossimità delle fermate utilizzate dal reo per salire e scendere dal mezzo; si è quindi identificato il reo – soggetto già noto a questo Ufficio – poi riconosciuto anche dal rapinato in sede di successiva ricognizione fotografica.

Poiché l’indagato era già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G. per reati della stessa indole, una volta ricevuta l’informativa di sintesi il P.M. della Procura della Repubblica di Pistoia ha chiesto direttamente l’aggravamento della misura già in atto, aggravamento disposto dal Giudice con Ordinanza. Al termine dell’attività di rito, l’indagato è stato sottoposto alla prescritta misura degli arresti domiciliari presso la propria residenza.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter