Menu
Cerca
IL CASO

Quarrata: controlli anti-covid: 533 euro di multa ad un cittadino residente fuori comune

Quarrata: controlli anti-covid: 533 euro di multa ad un cittadino residente fuori comune
Cronaca Piana, 12 Marzo 2021 ore 11:23

In zona rossa è possibile uscire di casa solo per ragioni di lavoro, di salute o per comprovate necessità: nessuno di questi motivi valeva per il cittadino che, mercoledì sera, è stato fermato dalla Polizia Municipale nell’ambito dei regolari controlli anti-covid.

Quarrata: 533 euro di multa a un cittadino

Lo scorso 10 marzo gli agenti in pattuglia nella zona di Olmi hanno infatti fermato una serie di automobilisti per i controlli di routine: tra questi è stato controllato anche un cittadino residente in altro comune che, alla guida della sua auto, si era recato a Quarrata senza una giustificazione valida. Gli agenti hanno quindi contestato al cittadino lo spostamento, che non rispondeva a nessuna delle comprovate necessità previste dalle normative nazionali per la zona rossa e, per di più, era al di fuori dei confini comunali di residenza.

Ai sensi delle normative anti-covid attualmente vigenti, la Polizia Municipale ha dunque dovuto elevare una sanzione amministrativa di 533,33 euro, che potrà essere ridotta del 30%, come di norma, nel caso venga pagata entro 5 giorni.

Questo episodio, che può apparire eccezionale per l’elevato importo della sanzione, non è un caso isolato: la Polizia Municipale, infatti, effettua quotidianamente controlli sul territorio per monitorare il rispetto delle disposizioni anti-covid: una coppia di agenti è sempre presente nelle zone centrali della città per prevenire e contrastare eventuali assembramenti; una pattuglia è inoltre impegnata pressoché ogni giorno nel controllo dei veicoli; molto spesso vengono inoltre effettuati i controlli nei parchi e sulle attività per verificare il rispetto delle chiusure e delle limitazioni alla vendita (asporto, consegne a domicilio, ecc.).

I controlli non bastano mai

A tal proposito il Sindaco di Quarrata Marco Mazzanti ricorda come non sia possibile “affidarsi al solo controllo della Polizia Municipale e delle altre forze dell’ordine per il rispetto delle normative anti-covid: esse svolgono un lavoro quotidiano fondamentale, ma non ci può essere (né forse sarebbe auspicabile ci fosse) un agente dietro ciascuno di noi per vedere come ci comportiamo, pertanto è necessaria l’assunzione collettiva di responsabilità che è il solo modo che abbiamo, insieme ai vaccini e ai progressi medici, per uscire da questa pandemia, che ci sta lasciando un grande insegnamento: nessuno può farcela da solo, o ne usciamo tutti insieme oppure non ne usciamo affatto”.

I controlli della Polizia Municipale proseguiranno tutti i giorni anche nelle prossime settimane, fintanto che la situazione epidemiologica li renderà necessari.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli