Pronto Soccorso di Pistoia, potenziamento del personale infermieristico

Il DEA di Pistoia, diretto dal dottor Andrea Cai, ha raggiunto e superato nel 2018 la soglia dei 60mila accessi.

Pronto Soccorso di Pistoia, potenziamento del personale infermieristico
Pistoia, 19 Aprile 2019 ore 16:48

Rinforzo del personale sanitario nel pronto soccorso dell’ospedale San Jacopo di Pistoia. Salgono complessivamente a 84, tra infermieri e OSS, gli operatori dedicati per ottimizzare le risposte nei confronti dei pazienti ricoverati in Dea, ed in particolare per fronteggiare ancora meglio i momenti di iperafflusso.

Salgono a 84 i dipendenti del settore

Con l’entrata in servizio nei giorni scorsi di 6 nuovi infermieri e l’arrivo entro il 1 maggio di altri 2 sale a 59 il numero totale del personale infermieristico dedicato al DEA del San Jacopo. Con una nuova assunzione sono invece diventati 25 gli operatori socio sanitari. Questi ultimi saranno affiancati da personale addetto ai trasporti per 12 ore in tutti i giorni della settimana, grazie ad un potenziamento che avrà luogo a partire dal 6 maggio.

“Dopo aver sostituito in questi anni tutto il personale che mancava – è il commento del direttore del dipartimento infermieristico aziendale, dottor Paolo Zoppi – in accordo con la Direzione, lo abbiamo anche voluto incrementare per assicurare tutta l’assistenza necessaria ai pazienti”.

Il DEA di Pistoia, diretto dal dottor Andrea Cai, ha raggiunto e superato nel 2018 la soglia dei 60mila accessi. Pur non registrando i numeri del 2017 quando 1600 persone in più si sono rivolte alla struttura di emergenza del San Jacopo rispetto all’anno precedente, il 2018 registra comunque un segno più (+646) e con 60313 accessi al 31 dicembre porta il pronto soccorso di Pistoia per la prima volta nella fascia di quelli più attivi in Toscana.

Leggi anche: Duemila persone per tenere aperto il Pronto soccorso dell’ospedale di S. Marcello GUARDA IL VIDEO

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità