Menu
Cerca

Ponte degli Alberghi, stato di crisi per le attività commerciali o riduzione delle tasse

La proposta del sindaco Giurlani. Il consigliere provinciale Tesi: pronto il progetto definitivo, per un importo complessivo di 300mila euro.

Ponte degli Alberghi, stato di crisi per le attività commerciali o riduzione delle tasse
Valdinievole, 17 Luglio 2019 ore 09:54

Si è svolto ieri l’incontro di aggiornamento sul Ponte degli Alberghi. Alla riunione, convocata al bar Lo Sfizio, hanno partecipato tanti cittadini, molti dei quali direttamente toccati dalla questione, sia per ricaduta lavorativa, che per residenza.

Tre sindaci presenti all'incontro

Presenti il sindaco di Pescia Giurlani, il sindaco di Uzzano Franchi e il sindaco di Ponte Buggianese Nicola Tesi, in qualità di consigliere provinciale, delegato dal presidente della Provincia Luca Marmo, impossibilitato a partecipare perché impegnato istituzionalmente a Firenze.
Ad aprire l’incontro è stato il Sindaco Giurlani, che ha dato l’aggiornamento sullo sviluppo dei rapporti con la Regione circa la possibilità di avere riconosciuto lo stato di crisi per le attività economiche (commerciali, agricole, artigianali), con sede nell’area territoriale, da lui definita “zona rossa”, ricompresa geograficamente sui territori del Comune di Pescia e di Uzzano.

Nell’illustrazione il primo cittadino di Pescia ha fatto rilevare l’ impegno delle amministrazioni di Pescia e di Uzzano per il censimento delle imprese che hanno subito danni ed ha sottolineato quanto questo riconoscimento possa essere funzionale ad ottenere anche altri benefici economici, citando ad esempio quelli di tipo bancario.

Il sindaco di Pescia ha aggiunto di avere allo studio un’altra ipotesi, qualora non fosse possibile avere riconosciuto lo stato di crisi. “L’ipotesi B prevede la riduzione della pressione fiscale comunale” con fondi compensativi stanziati dal Comune.

Il consigliere provinciale Nicola Tesi, intervenuto dopo il Sindaco Giurlani, ha detto che la Provincia ha pronto il progetto definitivo, per un importo complessivo stimato di 300 mila euro. Tesi ha spiegato che i soldi sono già stanziati su uno specifico capitolo di bilancio, destinato ad interventi urgenti sulle strade provinciali e che l’intervento è subordinato all’approvazione del bilancio 2019. Tesi ha pubblicamente precisato che nella procedura è previsto il parere dell’assemblea dei sindaci, evidenziando che questo passaggio è fondamentale per evitare l’allungamento dei tempi di altri 30 giorni. Il consigliere provinciale ha tenuto a precisare che non era affatto scontato l’investimento di 300 mila euro per il ponte degli Alberghi su un capitolo con un fondo di 400 mila euro e che dal punto di vista degli uffici non è stato facile lavorare con questa tempistica, ribadendo quanto la Provincia su questo intervento abbia fatto una scelta politica forte e risoluta. Tesi ha concluso dicendo che l’amministrazione di piazza San Leone, “consapevole dell’urgenza e della gravità del problema”, avvierà le procedure di gara subito dopo l’approvazione del bilancio dandosi tempi strettissimi, per quanto sottoposti al rispetto della normativa vigente per le procedure operative.

Leggi anche: Chiusura del ponte degli Alberghi, martedì alle 18 assemblea col sindaco Giurlani al bar Lo Sfizio