CRONACA

Ponte Buggianese, l'architetto Lorenzo Lenzi nuovo dipendente del Comune dal 1 gennaio

Ricoprirà l’incarico di Responsabile dell’Area Tecnica ed Urbanistica che ricomprende tra le altre i Lavori Pubblici, il Patrimonio, l’eliminazione delle barriere architettoniche, l’Ambiente, il SUAP, il Commercio, la Protezione Civile, il Trasporto pubblico locale, l’Edilizia Pubblica.

Ponte Buggianese, l'architetto Lorenzo Lenzi nuovo dipendente del Comune dal 1 gennaio
Cronaca Valdinievole, 11 Dicembre 2020 ore 12:20

L’Architetto Lorenzo Lenzi, sarà a partire dal 1 gennaio 2021 un nuovo dipendente del Comune di Ponte Buggianese. Profilo professionale Istruttore Direttivo Tecnico, è attualmente in comando parziale al Comune di Ponte Buggianese dal marzo scorso. E inoltre risultato vincitore della mobilità bandita dal Comune di Ponte Buggianese come riportato nel verbale della Commissione Giudicatrice del 25 novembre presieduta dal Segretario Comunale.

Ha vinto la mobilità del Comune

L’Architetto Lenzi nel lontano 1994 risulta vincitore di concorso presso il Comune di Uzzano, e nell’arco di questi 26 anni ha avuto numerosi ruoli all’interno del Comune quale, membro della centrale unica di committenza, responsabile dell’area ragioneria e tributi, a partire dal 2003 responsabile dell’Ufficio Tecnico e dal 2009 responsabile dell’Ufficio Urbanistica. A partire dal 2013 inoltre ricopre anche presso il Comune di Chiesina Uzzanese ricopre l’incarico di responsabile dell’Ufficio Urbanistica, Edilizia e Pianificazione.

A partire dal prossimo primo gennaio, a Ponte Buggianese ricoprirà l’incarico di Responsabile dell’Area Tecnica ed Urbanistica che ricomprende i Lavori Pubblici, il Patrimonio, l’eliminazione delle barriere architettoniche, l’Ambiente, il SUAP, il Commercio, la Protezione Civile, il Trasporto pubblico locale, l’Edilizia Pubblica, l’Edilizia Privata, la pianificazione del territorio, le partecipate e lo sport.

Il Sindaco e tutta l’Amministrazione Comunale danno il benvenuto all’Architetto Lorenzo Lenzi sicuri che sarà di ulteriore impulso allo sviluppo ed alla cura del territorio.