CRONACA

Pistoia, per Capodanno vietati botti e fuochi artificiali

Il sindaco ha firmata l’ordinanza che sarà in vigore dalle ore 16 del 31 dicembre alla stessa ora del primo gennaio

Pistoia, per Capodanno vietati botti e fuochi artificiali
Cronaca Pistoia, 30 Dicembre 2020 ore 15:50

Anche quest’anno, a tutela della sicurezza pubblica e della civile convivenza, un’ordinanza del sindaco vieta l’utilizzo di fuochi d’artificio e botti. Il provvedimento sarà in vigore dalle ore 16 del 31 dicembre fino alla stessa ora del primo gennaio.

In vigore dalle 16 del 31 dicembre fino alle 16 del 1 gennaio

Nello specifico, si vieta l’uso di materiali esplosivi (petardi, castagnole e materiali pirotecnici simili) su tutto il territorio comunale. Le misure indicate sono valide sia nei luoghi pubblici che in ambienti privati aperti al pubblico o nei quali tali attività potrebbero “recare pregiudizio a terzi e produrre danni su aree pubbliche”.

È vietato anche il lancio delle cosiddette “lanterne cinesi volanti”, così come di ogni altro oggetto volante tipo “mongolfiera” che abbia a bordo materiali infuocati o con fiamma libera.

Per i trasgressori sono previste multe da 80 a 360 euro e l’eventuale applicazione di penali accessorie.

Disposizioni “decreto Natale”

Come previsto dal “decreto Natale” emanato dal Governo, giovedì 31 dicembre tutta Italia torna “zona rossa” per quattro giorni, cioè da giovedì 31 dicembre fino a domenica 3 gennaio compresa.

Il 31 dicembre sono vietati gli spostamenti dalle 22 alle 7 del primo gennaio. Per Capodanno il Governo ha deciso, infatti, di allungare di due ore la durata del coprifuoco per evitare festeggiamenti e possibili occasioni di assembramento, che riunirebbero in uno stesso luogo più persone, con evidenti rischi di contagio da Covid-19.

Nei giorni festivi e prefestivi (31 dicembre e 1°, 2, 3, 5 e 6 gennaio) è possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, anche verso altri Comuni, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 (con l’eccezione di Capodanno) e nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono.

Gli spostamenti nei giorni rossi sono consentiti solo per ragioni di necessità, urgenza, lavoro, anche all'interno del proprio Comune, fatte salve le deroghe delle festività. È necessario portare con sé una autocertificazione da esibire o compilare in caso di eventuali controlli.