Pescia, a breve il progetto preliminare per il Ponte del Marchi

Giurlani e Morelli: “Ci aspettiamo la collaborazione economica degli enti superiori e dello Stato”.

Pescia, a breve il progetto preliminare per il Ponte del Marchi
Valdinievole, 27 Agosto 2019 ore 12:59

A distanza di un anno dalla chiusura, l’amministrazione comunale di Pescia affiderà a breve l’incarico per la redazione del progetto preliminare per la ristrutturazione del ponte del Marchi.

Analisi dei ponti del professor Mangoni

A darne notizia il sindaco di Pescia Oreste Giurlani e l’assessore ai lavori pubblici Aldo Morelli, dopo gli incontri pubblici che si sono svolti a fine maggio e la serie di studi approfonditi che hanno evidenziato il buono stato di salute dei ponti comunali, tranne appunto quello del Marchi.

A realizzare questa analisi dei ponti è stato il professore dell’università di Firenze Enrico Mangoni, a cui intende rivolgersi anche per il progetto preliminare l’amministrazione comunale di Pescia, in virtù della sua approfondita conoscenza della situazione.

Agli incontri pubblici è stata presentata una triplice ipotesi di progetto per riaprire al traffico veicolare il ponte del Marchi, che dall’agosto 2018 è utilizzabile solo a uso pedonale, dopo le problematiche emerse a seguito di una segnalazione di un cittadino e il successivo sopralluogo dei vigili del fuoco.

Non potendolo rifare ex-novo per evidenti problemi legati alla legislazione vigente, si andrà sicuramente nella direzione della ristrutturazione funzionale del ponte del Marchi, con il recupero statico della struttura e il suo arricchimento con piste ciclabili pensili al lato della carreggiata. Il tutto ad un costo quantificato in circa 1,4 milioni di euro.

“Confermiamo l’intenzione di riaprirlo prima possibile e iniziamo la procedura, partendo dal progetto preliminare. Vogliamo realizzare una ristrutturazione che per diversi decenni non necessiti di altri interventi, se non una normale manutenzione – dicono Giurlani e Morelli -. Il problema più grande è il reperimento dei fondi occorrenti per i lavori e su questo argomento confidiamo che quanto è stato detto a livello governativo e non solo dopo la tragedia del ponte Morandi a Genova , sul fatto che i ponti e la loro stabilità e sicurezza sono una priorità nazionale, trovino conferma nel momento in cui cercheremo i finanziamenti”.

Nel frattempo, nel bilancio di previsione del comune di Pescia è stata inserita la possibilità, a richiesta, della riduzione del 30% della parte variabile della Tari per le attività commerciali e artigianali nella circostanza in cui ci siano lavori pubblici per oltre 6 mesi che alterino la circolazione veicolare e pedonale, caso che interessa proprio le attività che insistono nell’area del ponte del Marchi.

Leggi anche: Inizia a Pescia il mese della sicurezza stradale: prime multe, controlli anche fuori orario

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità