Partiti i cantieri per la riqualificazione di Bottegone

Hanno finalmente preso il via i cantieri per la riqualificazione di Bottegone: intanto si parte dall'edilizia popolare da rimodernare in 550 giorni.

Partiti i cantieri per la riqualificazione di Bottegone
Pistoia, 08 Febbraio 2020 ore 09:58

Il progetto di riqualificazione di Bottegone inizia a entrare nel vivo con i nuovi cantieri. Dopo una prima fase progettuale e di confronto con i cittadini, nei giorni scorsi è stato allestito il primo cantiere, utile ad avviare gli interventi di risanamento ed efficientamento energetico di un fabbricato di edilizia popolare in via d’Aragona; la seconda cantierizzazione, quella relativa ai numeri civici pari, partirà la prossima settimana.

Partono i cantieri a Bottegone

Come disposto dalla convenzione sottoscritta con la Presidenza del Consiglio dei ministri, l’intervento sugli alloggi Erp è stato affidato dal Comune di Pistoia a Spes scrl, la partecipata che gestisce il patrimonio pubblico di edilizia sociale, che dovrà concludere i lavori entro 550 giorni, dunque nell’estate del 2021. Il termine per l’intera riqualificazione urbana di Bottegone è previsto, invece, per il 2023. Lo ha confermato lo scorso novembre la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con l’approvazione del nuovo cronoprogramma.

Nelle scorse settimane, il piano di risanamento degli alloggi Erp e le tempistiche di attuazione sono state illustrate ai residenti durante le assemblee tecniche indette da Spes e a cui ha preso parte anche il sindaco. Il piano di riqualificazione estetica, funzionale e impiantistica dei due edifici Erp di proprietà del Comune prevede un investimento complessivo di 2milioni e 100mila euro e riguarda circa 100 alloggi. Entrambi i fabbricati presentano, oggi, notevoli segni di degrado (facciate, infissi, gronde e altro) che procurano disagi sia all’esterno, per il pericolo del distacco di porzioni di calcestruzzo deteriorato, sia all’interno degli alloggi. L’obiettivo è dunque risanare l’involucro edilizio, migliorare la qualità abitativa e la fruibilità degli spazi esterni a verde.

Il piano di risanamento degli alloggi prevede il rifacimento delle facciate, con la realizzazione di un cappotto isolante esterno, la sostituzione degli infissi esterni e degli impianti di riscaldamento centralizzati, l’integrazione di un tracciato ciclabile e pedonale attrezzato, che percorre e riunisce il tessuto urbano del quartiere creando un corridoio verde tra i fabbricati. Per una migliore fruizione degli spazi esterni, saranno sistemate le pertinenze esterne dei civici dispari, riorganizzato e implementato il verde condominiale.

L’intervento affidato a Spes scrl rientra in un piano più ampio, articolato in 10 progetti di riqualificazione per scuole, aree sportive, verde, mobilità urbana e spazi destinati a servizi, nell’ambito del “Bando periferie”. Il Comune ha già dato avvio alla fase degli espropri, visto che parte dei lavori riguarderanno porzioni attualmente private, e il progetto dovrà passare al vaglio del consiglio con la contestuale variante. L’Amministrazione sta concludendo anche le gare di appalto per l’affidamento dei lavori per i lotti 2 e 3 della mobilità dolce, che prevede la realizzazione di marciapiedi, percorsi ciclopedonali, attraversamenti pedonali protetti e arredo urbano lungo le strade adiacenti a via Fiorentina.

Il progetto di fattibilità per Bottegone è stato approvato nel 2016, mentre il 18 dicembre 2017 è stata firmata la convenzione tra il Comune di Pistoia e la Presidenza del Consiglio dei Ministri per la realizzazione del progetto, con l’assegnazione di un cofinanziamento statale di 18milioni di euro che sarà erogate senza anticipo, a rimborso degli interventi conclusi.

LEGGI ANCHE: Casting per ballerini di tango al Circolo di Candeglia

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve