Pallone di pattinaggio, finalmente si parte coi lavori

Sono arrivati gli operai per aprire il cantiere del pallone di pattinaggio in via di Valdibrana a Pistoia: l'intervento si concluderà entro l'inizio dell'estate 2020.

Pallone di pattinaggio, finalmente si parte coi lavori
Cronaca Pistoia, 21 Gennaio 2020 ore 17:20

Sono ai nastri di partenza i lavori per ripristinare il Pallone di pattinaggio di via di Valdibrana. Questa mattina, martedì 21 gennaio, infatti, gli operai della ditta incaricata dal Comune di Pistoia di eseguire l’intervento hanno iniziato ad allestire l’area di cantiere intorno all’impianto.

Il cantiere del pallone di pattinaggio è operativo

Dopo quasi cinque anni di attesa, siamo al passo decisivo. Rispetto al vecchio progetto, che consisteva nella sola sostituzione della membrana di copertura e della caldaia, ed era finanziato attraverso la copertura assicurativa comunale, quello attuale è un progetto complessivo di riqualificazione architettonica, funzionale e impiantistica dell’intera struttura sportiva. Prevede, quindi, il rifacimento della pavimentazione, con una resina idonea per gli sport su rotelle, l’inserimento di blocchi spogliatoi completi di servizi igienici e primo soccorso, la manutenzione e riparazione della struttura metallica esistente, l’abbattimento delle barriere architettoniche, l’adeguamento alla normativa antincendio e l’efficientamento energetico degli impianti.
La destinazione prevalente dell’impianto resterà quella tradizionale del pattinaggio. I lavori, che dovrebbero terminare entro l’estate, renderanno la struttura idonea anche per altre discipline sportive, come l’hockey su pista.

«Senza mai fermarsi, siamo arrivati finalmente ad allestire il cantiere per la ristrutturazione del pallone di pattinaggio. In realtà, però, non si tratta semplicemente di una ristrutturazione, bensì della totale riqualificazione dell’impianto esistente sotto diversi profili – evidenzia l’assessore allo sport Gabriele Magni – A differenza della forma originaria, infatti, l’impianto sarà dotato di spogliatoi, di un nuovo impianto di riscaldamento e di una pista omologata per il pattinaggio, con tutti gli standard di sicurezza necessari. Inoltre, saranno abbattute le barriere architettoniche. Fondamentale è stato il sostegno economico della Fondazione Caript, come anche il lavoro effettuato internamente dall’ufficio impiantistica sportiva. Questa, che di fatto è ‘una nuova palestra’, sarà una ricchezza per il mondo sportivo pistoiese che potrà goderne a pieno: riporterà il pattinaggio ad allenarsi con tranquillità sul territorio comunale e sarà strategica anche per altre attività compatibili con la struttura riqualificata».

pallone pattinaggio cantiere_2

Nei mesi scorsi, in attesa dell’inizio dell’intervento, la Fondazione Caript aveva già provveduto a effettuare al Comune un’importante erogazione di 200mila euro; la parte rimanente delle risorse occorrenti, pari a oltre 300mila euro, sarà a carico dell’Amministrazione. La Fondazione potrà beneficiare dello Sport Bonus, previsto dalla normativa fiscale, come credito d’imposta per le erogazioni liberali effettuate nel 2019 per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche.

“Il percorso dell’Amministrazione comunale sul Pallone di pattinaggio – si legge nella nota diffusa dal Comune di Pistoia – è iniziato con l’affidamento delle verifiche preliminari sulla struttura, indispensabili per la scelta della soluzione progettuale più idonea. A seguito di questi controlli, e dopo l’elaborazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica realizzato dai tecnici comunali dell’impiantistica sportiva, il Comune ha potuto pubblicare una manifestazione di interesse e quindi affidare l’incarico per la progettazione definitiva ed esecutiva della manutenzione straordinaria dell’impianto, il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e la direzione dei lavori delle opere di manutenzione straordinaria da eseguirsi all’impianto di pattinaggio in via di Valdibrana. Ultimo passaggio, la procedura di gara, previa manifestazione di interesse per l’individuazione della ditta esecutrice e l’aggiudicazione definitiva dei lavori alla ditta Giagnorio di Foggia. Durante gli interventi, per permettere l’allestimento dell’area di cantiere, sarà interdetto l’accesso alla stradina sterrata adiacente alla struttura e che collega via di Valdibrana (dal tornello) al ponticello sul torrente Brana che porta a via dello Stadio”.

LEGGI ANCHE: Museo Marino Marini, il sindaco Tomasi fa un esposto in Prefettura

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità