CRONACA

Palacarrara: continuano i lavori di messa in sicurezza: in via di affidamento la realizzazione del nuovo sistema di ventilazione

Il nuovo impianto prevede un investimento complessivo di 460.000 euro. Già in corso i lavori per separare gli ambienti sportivi con materiali con idonea resistenza al fuoco, ma anche per realizzare un nuovo anello antincendio e una cisterna di accumulo

Palacarrara: continuano i lavori di messa in sicurezza: in via di affidamento la realizzazione del nuovo sistema di ventilazione
Cronaca Pistoia, 20 Luglio 2021 ore 16:52

Chiusa nei giorni scorsi, è in fase di aggiudicazione la gara per affidare la realizzazione del nuovo sistema di ventilazione al Palacarrara. Gli interventi garantiranno il corretto rispetto dei requisiti igienico-sanitari e di comfort ambientale al palazzetto, sia per quanto riguarda la temperatura che il tasso di umidità presenti nella struttura durante allenamenti e partite, nel rispetto di quanto previsto da Coni e Fip. Il nuovo impianto ha un costo complessivo di 460.000 euro, dei quali 120.000 euro finanziati dal Comune e 340.000 attraverso contributi statali. I lavori avranno inizio entro la fine dell’estate e saranno portati avanti compatibilmente con lo svolgimento dell’attività sportiva.

La riqualificazione

Proseguono dunque i lavori di riqualificazione dell’impianto sportivo di via Fermi, che consentiranno di migliorare funzionalità, sicurezza ed estetica del palazzetto, in vista della prossima stagione sportiva. Nei mesi scorsi, in accordo con la società di basket su tempistiche e interventi da attuare, l'Amministrazione ha proceduto all'affidamento della progettazione e alla realizzazione di tutte le opere necessarie a rendere il Palacarrara un impianto sportivo sicuro, moderno e polifunzionale, nel rispetto delle normative Coni, federali e ministeriali inerenti agibilità e sicurezza.

I lavori hanno riguardato in modo particolare l’adeguamento alla normativa antincendio e si sono divisi in due fasi, con un quadro economico complessivo di 220.000 euro (primo e secondo lotto).

Lavori in corso. In attesa che vengano affidati i lavori per la realizzazione del nuovo sistema di ventilazione, sono in corso le opere per separare gli ambienti sportivi con materiali con idonea resistenza al fuoco, mediante l’inserimento di pareti e porte tagliafuoco, ma anche per realizzare un nuovo anello antincendio, una nuova cisterna di accumulo e relativo gruppo di pompaggio in sostituzione del precedente, ormai non più funzionante.

In corso anche gli interventi - già eseguiti in una porzione dell’immobile nell’ambito del primo lotto - di installazione dei fermaporta a calamita e di sostituzione dei maniglioni antipanico delle uscite di emergenza esterne, di messa a norma dell’impianto elettrico compreso quello che alimenterà il gruppo di pressurizzazione antincendio e di manutenzione straordinaria all’impianto di rilevazione fumi mediante la sostituzione dei dispositivi guasti.

Il primo lotto di interventi è stato completato nell’autunno scorso. Poi, per minimizzare i disagi per la squadra, sempre in accordo con la società di basket è stato deciso di posticipare di qualche mese l'avvio del secondo lotto di lavori così da dare la possibilità alla squadra di allenarsi, giocare la fase ad orologio e i play-off.

Interventi completati. I lavori del primo lotto hanno riguardato principalmente la messa a norma dell’impianto elettrico e dell’impianto a gas, l’adeguamento normativo delle due centrali termiche, nonché la sostituzione di alcuni maniglioni delle porte antipanico. Attuati anche interventi manutentivi come la ripulitura dei canali di gronda, la cui occlusione provocava infiltrazioni all’interno dell’immobile, e altri lavori sui servizi igienici. Si è arrivati così a un’agibilità parziale del Palazzetto e reso possibile l’utilizzo dell’impianto per la seconda parte della stagione.

Con un investimento complessivo di 190.000 euro sono stati eseguiti, inoltre, i lavori per la messa in sicurezza delle scale esterne con l’installazione di nuove balaustre, poiché quelle precedenti non erano a norma. Sono stati rinforzati, inoltre, gli elementi di separazione interni fra i vari settori.

A fronte di un incarico affidato a un professionista esterno, è stata effettuata anche la verifica statica e sismica del fabbricato, che si è conclusa con l'ottenimento dell'aggiornamento dell'idoneità statica.