Magnifica notizia

L’opera d’arte in legno di Diego Sarti viene donata all’ospedale San Jacopo

Arriva al San Jacopo, come promesso, l'opera d'arte in legno dell'artista quarratino Diego Sarti realizzata, in onore di infermieri e medici, durante il lockdown.

L’opera d’arte in legno di Diego Sarti viene donata all’ospedale San Jacopo
Piana, 09 Ottobre 2020 ore 15:58

Domani mattina, sabato 10 ottobre 2020, l’artista quarratino Diego Sarti consegnerà alla dottoressa Lucilla Di Renzo, direttore del presidio ospedaliero San Jacopo, alla presenza della direzione sanitaria, la sua opera d’arte realizzata appositamente per l’ospedale di Pistoia. Sarà presente anche il Sindaco di Quarrata Marco Mazzanti.
Partecipano rappresentanti istituzionali locali.

L’opera d’arte di Diego Sarti arriva al San Jacopo

Si tratta di una scultura in legno di pioppo nella quale Sarti ha scelto di rappresentare un operatore sanitario che in modo amorevole e protettivo abbraccia con delle grandi ali d’angelo due monumenti simbolo di Pistoia: il Battistero e il campanile del Duomo. In calce alla scultura una piccola ma sentita dedica “grazie Sant’Jacopo”.

L’opera del 42enne artista quarratino è nata durante il periodo della quarantena.

“Eravamo bloccati in casa, spaesati, d’un tratto con un sacco di tempo a disposizione. Le notizie dei malati da coronavirus riempivano le cronache, con il personale medico e infermieristico in prima linea per cecare di salvare più vite possibili. Ho deciso di ricavare il meglio da questa situazione così particolare, dedicandomi alla mia passione: lavorare il legno – racconta Diego Sarti – Da qui l’idea di dedicare un’opera all’ospedale del mio territorio, per ringraziare, attraverso il personale dell’ospedale San Jacopo di Pistoia, tutto il personale medico e infermieristico d’Italia”.

MAGNIfico Ingegno/Arci Quarrata ha da tempo individuato in Diego Sarti l’ideale continuatore di quella grande tradizione artigiana del legno che ha saputo fare di Quarrata la “città del mobile”.

Il progetto MAGNIfico Ingegno prende il nome dalla figura di Vinicio Magni e nasce da un gruppo di cittadini, dalla famiglia Magni e dal circolo Arci di Quarrata.

“Il progetto “MAGNIfico Ingegno” – spiega Rosita Testai – dal 2012 è impegnato nel raccogliere documenti, testimonianze orali e manufatti con l’obiettivo di valorizzare la storia artigiana e industriale di Quarrata. Dopo l’organizzazione di esposizioni e la pubblicazione di volumi, attualmente l’attività di MAGNIfico Ingegno/Arci Quarrata è incentrata sull’istituzione dell “Archivio della produzione artigiana e delle tradizioni di Quarrata”: uno strumento che possa ricomporre e affermare l’identità di Quarrata aiutando a non disperdere quel patrimonio di saperi tangibili e intangibili che MAGNIfico Ingegno/Arci Quarrata ha da anni cominciato a raccogliere e al quale tutti i cittadini interessati potranno contribuire ad arricchire con le proprie testimonianze e/o manufatti”.

LEGGI ANCHE: Partita la ripulitura dei fossi a Quarrata

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità