CRONACA NERA

Omicidio a Chiesina Uzzanese: 68enne uccide il fratello minore – LE FOTO

Il tragico omicidio nella serata di domenica 17 maggio a Chiesina Uzzanese: un 68enne, Narciso Zari, ha ucciso il fratello 56enne Giuliano Zari. La motivazione, da quanto si apprende, una lite familiare.

Omicidio a Chiesina Uzzanese: 68enne uccide il fratello minore – LE FOTO
Valdinievole, 17 Maggio 2020 ore 21:48

Intorno alle ore 19 di domenica 17 maggio 2020, tragica morte a Chiesina Uzzanese: secondo le prime ricostruzioni effettuate dai Carabinieri intervenuti sul posto, un uomo, 68 anni, ha ucciso il fratello minore di 56 anni al culmine di una lite.

Omicidio a Chiesina Uzzanese, le indagini dei Carabinieri

Chiesina Uzzanese sconvolta questa sera da un omicidio. Un 68enne, Narciso Zari, avrebbe ucciso il fratello minore di 56 anni, Giuliano, durante una lite familiare, in una zona non troppo distante dal centro e dal casello autostradale, per la precisione in via di Pietreto.

L’assassino è stato arrestato dai Carabinieri dopo un tentativo di fuga che però non è durata troppo perché l’uomo è stato intercettato in pochissimi minuti, visto che la sua abitazione non era troppo distante da quella dov’è avvenuto il delitto, e verrà trasferito in Caserma a Ponte Buggianese per il primo interrogatorio e capire le cause che hanno portato a questo tragico evento. Le indagini vengono portate avanti dal Nucleo Operativo e Radiomobile di Montecatini Terme coordinate dal comandante Vignola mentre il titolare dell’inchiesta è Giuseppe Grieco.

Giuliano Zari era particolarmente conosciuto a Montecatini Terme dove era occupato in un albergo come portiere.

 

5 foto Sfoglia la gallery

Fotoservizio a cura di Vito Genna

Secondo quanto si apprende sul posto, pare che alla base di tutto ci sia stata una lite familiare che è degenerata in tragedia con l’uccisione che sarebbe avvenuta con un coltello. Subito dopo il colpo letale, Narciso Zari sarebbe rientrato verso la sua abitazione mentre l’anziana madre dei due fratelli ha chiamato i soccorsi: sul posto la Croce d’Oro di Ponte Buggianese che ha tentato svariate volte di rianimare la vittima che, poi, è deceduta.

Fra l’altro Narciso Zari è, purtroppo, persona nota alle Forze dell’Ordine e ad episodi violenti: nel luglio del 1994 fu arrestato per aver lanciato delle bombe molotov da uno dei cavalcavia della A11 Firenze-Mare e già all’epoca aveva precedenti penali per tentato omicidio, ma non del fratello come si era diffusa la notizia in un primo momento ma in quanto protagonista di una sanguinosa rapina andata in scena nel 1987, oltre che furto e detenzione di sostanze stupefacenti.

4 foto Sfoglia la gallery

Fotoservizio a cura di Francesco Storai

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità