Nuovamente arrestato per la rissa alla gelateria Desideri: era evaso dai domiciliari

La pattuglia della Polizia Municipale lo ha notato vicino al Municipio: aveva i cerotti in volto, segno della rissa della sera precedente.

Nuovamente arrestato per la rissa alla gelateria Desideri: era evaso dai domiciliari
Valdinievole, 01 Ottobre 2019 ore 15:35

E’ stato nuovamente arrestato dalla Polizia Municipale K.E cittadino Albanese di anni 19 che nella notte di venerdì scorso aveva partecipato insieme ad altri due connazionali e due egiziani alla violenta rissa che ha devastato i locali della gelateria Desideri di Viale Verdi
in pieno centro di Montecatini.

Il 19enne albanese era con due connazionali in viale Verdi

La Polizia Municipale che aveva partecipato insieme a Carabinieri e Polizia di Stato alle operazioni che hanno portato all’arresto degli attori della rissa ha continuato a tenere sotto controllo la zona.
Infatti durante il consueto servizio notturno nella notte di sabato ha particolarmente intensificato i controlli nel centro di Montecatini e ponendo attenzione a Viale Verdi per evitare che si ripetessero le bande rivali di connazionali che si erano affrontati la sera precedente per ingaggiare nuovamente scontri.
Mentre si trovavano nei pressi della sede del municipio la pattuglia ha notato un giovane con le caratteristiche fisiche somiglianti al cittadino albanese arrestato la sera precedente che doveva trovarsi agli arresti domiciliari ma che di fatto era in giro in Viale Verdi dove si era reso protagonista poche ore prima della violenta rissa.

I dubbi sono finiti quando, girando la testa, hanno notato i grossi cerotti posti al pronto soccorso per curare le ferite al volto che aveva subito durante la lite della sera precedente. A quel punto è stato immediatamente fermato e condotto presso il Comando della Polizia
Municipale per gli accertamenti di rito.
Il giovane non ha dato particolari giustificazioni e pertanto sentito il magistrato di turno è stato disposto l’arresto e associato al carcere di Pistoia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
La convalida dell’arresto avvenuta lunedì mattina ha disposto che il giovane albanese fosse ulteriormente trattenuto in carcere.

Soddisfatto il comandante Gatto: "Con piacere sono a ripetermi nel ringraziare per il lavoro che svolgono i miei collaboratori, ad anche in questa occasione hanno dimostrato alta professionalità a tutela della sicurezza della comunità montecatinese".

Leggi anche: Scoppia la rissa e devastano la gelateria Desideri a Montecatini: cinque arresti

Seguici sui nostri canali