I primi controlli

Non rispettano il decreto anti-coronavirus: tre denunciati dalla Polfer di Pistoia

Nella prima giornata di attuazione del decreto anti-coronavirus, a Pistoia ci sono tre denunciati per mancato rispetto delle regole grazie al lavoro della Polfer.

Non rispettano il decreto anti-coronavirus: tre denunciati dalla Polfer di Pistoia
Pistoia, 11 Marzo 2020 ore 11:41

Il giorno 10 marzo 2020, primo giorno di attuazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020 anche a Pistoia, che ha esteso sull’intero territorio nazionale le misure di cui all’art. 1 del DPCM 8 marzo 2020, di seguito alle riunioni operative presiedute dal Vicario Reggente Dr.ssa Carmela Crea, le Forze di Polizia hanno immediatamente attivato le misure di controllo sul rispetto delle limitazioni degli spostamenti lungo le linee di comunicazione e le grandi infrastrutture del sistema dei trasporti in questo territorio provinciale ed arrivano i primi riscontri grazie al lavoro della Polfer di Pistoia.

Rispetto del decreto anti-coronavirus: le prime denunce a Pistoia

Nella stessa giornata sono state sottoposte a controllo 138 persone. In particolare, la Polizia Ferroviaria di Pistoia ha denunciato 3 persone per mancata osservanza delle misure per il contenimento della diffusione del virus COVID-19.

Al fine di fornire al pubblico un’informazione non solo corretta ma quanto più esaustiva possibile, si rappresenta che le sanzioni penali cui vanno incontro coloro che non ottemperano a quanto disposto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sono quelle previste ai sensi dell’articolo 650 del codice penale (inosservanza di un provvedimento di un’autorità), nonché la più grave – punibile anche solo per comportamento colposo – di cui all’art. 452 del codice penale.

LEGGI ANCHE: Le chiusure del mercato a Montecatini Terme

Infine, per quanto concerne la violazione degli obblighi imposti a carico dei gestori di pubblici esercizi o di attività commerciali, tali comportamenti sono altresì sanzionati con la chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni.  In questi casi, tale violazione è accertata dalle Forze di Polizia e la sanzione è irrogata dal Prefetto.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità