CRONACA

Natale amaro per i dipendenti del calzatuirificio The Flexx: l'allarme dei sindacati

Stipendi di novembre non ancora pagati e cassa integrazione non piùanticipata ai dipendenti. Nessuna risposta alle sollecitazioni del sindacato di trovare soluzioni “solidali” odi anticipare il tfr per i lavoratori in cigo.

Natale amaro per i dipendenti del calzatuirificio The Flexx: l'allarme dei sindacati
Cronaca Pistoia, 23 Dicembre 2020 ore 09:32

Si sta avvicinando il Natale ma per i lavoratori del calzaturificio The Flexx di Pistoia sarà un Natale diverso non solo a causa della pandemia che sta affliggendo il Paese. L’azienda infatti ad oggi non ha ancora erogato lo stipendio del mese di Novembre ed ha interrotto il pagamento anticipato per i lavoratori in cassa integrazione comunicando agli stessi, il 14 dicembre scorso, il passaggio al pagamento diretto da parte dell’INPS.

Il pagamento arriverà a febbraio

Per i dipendenti in cassa integrazione a zero ore da ormai oltre 9 mesi ( per i quali il sindacato ha più volte sollecitato la rotazione fra colleghi in quanto compatibile con le mansioni), a causa dei tempi tecnici necessari all’INPS per la lavorazione dei documenti necessari, il pagamento della mensilità di Novembre arriverà presumibilmente ai primi di Febbraio, generando quindi un disagio ulteriore per la sopravvivenza economica , alcuni dei quali sono monoreddito e con figli a carico.

L’azienda ha comunicato di aver chiesto di usufruire degli strumenti governativi per accesso al credito ma che ciò non sarà concretamente attuabile prima del prossimo gennaio. Intanto però la situazione si fa drammatica soprattutto per i lavoratori collocati in cassa integrazione
che da un giorno all’altro si sono ritrovati senza neppure i 750 euro che mensilmente erano garantiti dall’anticipo della cassa integrazione.

Il sindacato , che aveva effettuato un incontro in videoconferenza il 10 dicembre u.s (durante il quale non erano emerse queste problematiche) ha in questi giorni chiesto comunque all’azienda di trovare soluzioni “tampone” e di sopravvivenza, anche parziali, attraverso una solidarietà di tutti i dipendenti , oppure attraverso un anticipo di una quota di TFR.

Ad oggi però nessuna risposta aziendale è purtroppo pervenuta non dimostrando così alcuna sensibilità verso le proprie maestranze.
Si preannuncia così un Natale senza alcuna erogazione economica per tutti i dipendenti del calzaturificio e dei negozi dell’azienda The Flexx che avrebbero invece dovuto avere, oltre alla mensilità di novembre, anche l’erogazione della tredicesima mensilità.

Filctem CGIL Pistoia
Femca CISL Pistoia