CRONACA

Nascondono l’auto rubata a Montecatini ma non sanno di essere seguiti: ladri arrestati dalla Polstrada IL VIDEO

Gli investigatori hanno intercettato l’auto rubata, e l’hanno seguita a distanza, per non farsi scoprire dai ladri, che, a loro insaputa, hanno portato i poliziotti fino al loro nascondiglio, un magazzino a Montopoli in Valdarno (PI).

Nascondono l’auto rubata a Montecatini ma non sanno di essere seguiti: ladri arrestati dalla Polstrada IL VIDEO
Valdinievole, 01 Ottobre 2020 ore 11:17

Ieri mattina due ladri hanno rubato nel parcheggio vicino al liceo Scientifico di Montecatini Terme (PT) la minicar di un liceale e l’hanno portata nel loro covo, per nasconderla.

Alle calcagna avevano la Polstrada


Non sapevano, però, di avere alle calcagna un’auto civetta della Polstrada di Pistoia, che quel giorno era impegnata nei servizi alto impatto disposti dalla III Divisione del Servizio Polizia Stradale per contrastare il fenomeno del riciclaggio dei veicoli.
Gli investigatori hanno intercettato l’auto rubata, e l’hanno seguita a distanza, per non farsi scoprire dai ladri, che, a loro insaputa, hanno portato i poliziotti fino al loro nascondiglio, un magazzino a Montopoli in Valdarno (PI).

E così li hanno trovati con le mani nel sacco: nel magazzino, infatti, oltre alla minicar avevano nascosto un escavatore, un grande trattore, di quelli usati per tagliare l’erba dagli argini dei torrenti o dei fiumi, due moto da cross, e persino degli attrezzi da palestra.

Ma la sorpresa più grande è stata la scoperta di una specie di serra, ricavata in una struttura di legno adattata con un sistema di aerazione e di lampade, usata per coltivare circa un centinaio piante di marijuana, come confermato dai tecnici della Polizia Scientifica di Pisa.

La Polizia Stradale, perciò, ha sequestrato tutto ed arrestato i due malviventi, uno di 41 anni, nato a Padova e l’altro di 56, nato a Potenza, che sono stati portati in carcere a Pisa con l’accusa di furto e ricettazione.

Tutti i proprietari dei mezzi rubati sono stati contattati e a ciascuno è stato restituito il maltolto; increduli ma felici, hanno ringraziato con profonda gratitudine la Polizia.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità