Museo Marini, il Comune incarica l’avvocato Colomeiciuc per eventuali azioni legali

Ancora novità sulla vicenda legata alla possibile chiusura del Museo Marino Marini: il Comune ha affidato un incarico legale per valutare eventuali sviluppi a livello giudiziario.

Museo Marini, il Comune incarica l’avvocato Colomeiciuc per eventuali azioni legali
Pistoia, 27 Dicembre 2019 ore 12:49

Subito dopo Natale ecco l’incarico legale all’avvocato pistoiese Alessio Colomeiciuc da parte del Comune per capire sviluppi giudiziari sulla situazione creatasi per il museo “Marino Marini” di Pistoia da parte della Fondazione stessa.

Museo Marini, affidato l’incarico legale

Il Comune di Pistoia ha affidato un incarico legale all’avvocato Alessio Colomeiciuc affinché valuti le eventuali iniziative giudiziarie da intraprendere per evitare la sospensione delle attività della Fondazione Marino Marini – decisa dal cda della stessa Fondazione, con voto contrario del sindaco Alessandro Tomasi – e lo spostamento delle opere del Maestro da Pistoia a Firenze.

L’incarico arriva a seguito delle valutazioni dell’avvocatura comunale – si legge in una nota diffusa dal Comune – che già si era occupata della vicenda per una prima analisi delle questioni di contenzioso tra il Comune e la Fondazione. L’esigenza del Comune è quella di evitare la sospensione delle attività, in particolare la chiusura del Museo Marino Marini, che recherebbe un grave danno alla città privandola, senza giustificazione alcuna, non solo di un centro espositivo di indiscusso valore artistico, storico e culturale, ma anche di una parte dell’identità stessa di Pistoia. Per il momento la Fondazione nulla ha fatto sapere circa le modalità di sospensione dell’attività.

Intanto lunedì scorso il sindaco Alessandro Tomasi, insieme ai consiglieri comunali di maggioranza e di opposizione e ai tanti cittadini che hanno partecipato alla mobilitazione per la tutela della opere di Marini, ha ribadito la piena disponibilità dell’Amministrazione comunale a valorizzare la collezione del Maestro a Pistoia attraverso un progetto di potenziamento del museo, sul quale il Comune negli anni ha già investito molte risorse sia in termini economici che di personale e di collaborazione con le altre istituzioni culturali della città. Dopo il coinvolgimento, negli scorsi mesi, della Regione Toscana, che ha espresso contrarietà al trasferimento delle opere di Marini a Firenze, e a seguito del vincolo di pertinenza posto dalla Soprintendenza – che sancisce l’indissolubile legame tra le opere del Maestro e il Palazzo del Tau –, con l’atto di incarico all’avvocato Colomeiciuc, firmato dal Comune, si intraprende la strada della valutazione delle azioni legali da adottare a tutela del patrimonio pistoiese.

LEGGI ANCHE: Museo Marini, arriva il sit-in di protesta

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità