Cronaca

De Paola: "Si promuove Montecatini nell'Unesco a Montecatini. Perché quel cartellone non è a Firenze?"

De Paola: "Si promuove Montecatini nell'Unesco a Montecatini. Perché quel cartellone non è a Firenze?"
Cronaca 27 Luglio 2022 ore 21:19
Montecatini si appresta, questo ultimo week end di luglio 2022, a festeggiare l'entrata ufficiale come sito patrimonio UNESCO, ma va tutto bene così?

Nomina Unesco, la pensa così l'ex assessore al turismo Alessandra De Paola

Secondo l'ex assessore al turismo della città, Alessandra De Paola, no. Stamani, sul suo profilo Facebook, ha condiviso il suo pensiero:
"Per le celebrazioni Unesco raccomandai di concentrarsi su azioni di alto profilo, rivolte a giornalisti nazionali e internazionali, autorità della promozione turistica, perché no Enit e il Ministero. Leggo invece stamani di Sgarbi - prosegue De Paola -  certamente non una novità per la città, gli sbandieratori e le auto d'epoca (altra non novità), i palchi musicali diffusi (come per il tanto vituperato Compleanno) e un cartellone (in italiano) da 5 o 7k €, affisso qui da noi, dove però lo sappiamo già che siamo nell'Unesco". 
unesco montecatini
"Quel cartellone vorrei vederlo a Firenze, in Santa Maria Novella, dove ci farebbe apprezzare da chi ancora non ci conosce, o almeno lo incuriosirebbe. O a Milano, o meglio ancora in una città europea di quei paesi che costituiscono i nostri mercati turistici d'elezione all'estero: Monaco, Copenhagen, Amsterdam, Vienna sono solo esempi banali, scontati.
Credo che la città possa spendere anche più di questo per avviare gli effetti benefici a cascata della nomina transnazionale, e tuttavia deve spendere meglio, in effetti. Inutile avere una barca bellissima, se non si sa dove portarla".
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter