LA POLEMICA

Montecatini, la giunta: “Problematica situazione di bilancio”

"Il rendiconto 2019 che abbiamo ereditato si chiuderà con un disavanzo di diverse centinaia di migliaia di euro che deve necessariamente essere coperto nel bilancio 2020".

Montecatini, la giunta: “Problematica situazione di bilancio”
Valdinievole, 27 Febbraio 2020 ore 13:15

“L’Amministrazione di Montecatini ritiene necessario raccontare la problematica situazione di bilancio in cui si trova il nostro Ente, ai fini di una comunicazione trasparente e corretta nei confronti della cittadinanza. Dal punto di vista degli investimenti, la scelta presa alcuni anni fa di concentrare la gran parte delle risorse disponibili per gli investimenti sulla ristrutturazione dello stabile da destinare alla nuova sede del Commissariato, ha ridotto assai la capacità di intervento pubblica”.

Il comunicato di Baroncini e degli assessori

“Inoltre le ultime leggi nazionali, alle quali certamente dobbiamo attenerci, impongono di accantonare importanti somme che in passato erano invece spendibili, con la conseguenza che il rendiconto 2019 che abbiamo ereditato si chiuderà con un disavanzo di diverse centinaia di migliaia di euro che deve necessariamente essere coperto nel bilancio 2020. Disavanzo già annunciato nel primo semestre del 2019 durante il mandato della precedente amministrazione.

Tutto ciò comporterà che saranno disponibili per le spese minori risorse rispetto agli ultimi anni, e ciò per motivazioni non imputabili alla giunta Baroncini.

Per venire incontro alle difficoltà delle famiglie e delle categorie economiche abbiamo da tempo scelto di non mettere le mani nelle tasche dei cittadini e delle imprese e quindi non ci saranno aumenti di tariffe e imposte, a maggior ragione in conseguenza del caso CORONAVIRUS (che avrà ripercussioni anche sulle casse comunali, vedi minori introiti previsti da tassa di soggiorno per il previsto calo dei movimenti turistici globali).

Anzi abbiamo deciso di procedere ad una revisione del regolamento delle entrate per consentire a chi vorrebbe pagare imposte arretrate ma si trova in difficoltà, di rateizzare i pagamenti mantenendo la sanzione ridotta e senza iscrizione a ruolo, avviando un percorso verso una riscossione dei tributi non “spietata” ma più vicina al cittadino.

Per quanto riguarda gli interventi nel sociale a bilancio, questa Amministrazione ha ereditato dalla precedente un previsionale che stanziava risorse per le convenzioni con Misericordia e Soccorso Pubblico che coprivano a malapena il primo semestre sul 2019 e ZERO euro sul 2020 e 2021.

Abbiamo comunque trovato con dedizione le risorse necessarie per garantire almeno il mantenimento dei servizi essenziali fino alla fine del 2019. Purtroppo, per i primi mesi del 2020 fino all’approvazione del bilancio (che avverrà entro fine marzo) dovremo obbligatoriamente muoverci nell’ambito degli stanziamenti trovati (pari a ZERO euro), ma in corso d’anno inseriremo una congrua dotazione di risorse anche su questi interventi, consentendo quindi di proseguire lo stesso le collaborazioni.

Infine, circa il piano triennale delle opere pubbliche, l’impostazione di questa Giunta è prevedere in prima battuta gli interventi realizzabili con le risorse reperibili, rinviando a successivi aggiornamenti nel caso di disponibilità di risorse superiori, ricercando parimenti fuori dal perimetro delle casse comunali ulteriori finanziamenti.

Riteniamo tale impostazione, razionale e trasparente, assolutamente legittima per evitare di trascinare da un bilancio all’altro previsioni di interventi che restano poi solo sulla carta per mancanza di risorse. Non ci interessa infatti dare fumo negli occhi alla cittadinanza.

La situazione di crisi è sotto gli occhi di tutti, a maggior ragione in seguito alle notizie degli ultimi giorni. Ci siamo già attivati con i parlamentari di zona per chiedere al governo e agli enti sovracomunali di intervenire con misure a sostegno di imprese ed attività, anche dal punto di vista delle necessarie agevolazioni fiscali. Chiediamo di essere ascoltati.

Non ci piangiamo addosso e non cerchiamo scuse, ma abbiamo anzi numerosi progetti e idee da realizzare anche attraverso collaborazioni con privati e associazionismo e partecipando a bandi europei, statali e regionali, a prescindere dai limiti del bilancio comunale. Al tempo stesso stiamo moltiplicando gli sforzi per portare in città, con le risorse possibili, eventi turistici e sportivi che possano essere di supporto in questo momento di particolare crisi economica.”

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità