Menu
Cerca
CRONACA

Montecatini, categorie a confronto col ministro del turismo Garavaglia

Tari, investimenti, decontribuzioni, bonus e moratorie: le proposte di Assohotel al ministro

Montecatini, categorie a confronto col ministro del turismo Garavaglia
Cronaca Valdinievole, 23 Marzo 2021 ore 15:12

Assohotel Confesercenti ha partecipato all’incontro organizzato dall’on. Maurizio Carrara, insieme al sindaco Luca Baroncini, con il Ministro per il Turismo Massimo Garavaglia, al quale hanno partecipato le categorie economiche e l’amministratore unico delle Terme. L’incontro ha avuto per oggetto il tema del futuro turismo e del termalismo. Assohotel Confesercenti ha presentato una serie di proposte al Ministro.

Le proposte

“Aiuti Tari ai Comuni con finalità ben definite e da “girare” alle imprese. Il Ministro Garavaglia ha detto che ci sarebbero già risorse stanziate per soddisfare queste richieste. Se pertanto, come dice il Ministro, ci sono già i soldi stanziati, è necessario capire come impegnarli fin da subito per le finalità che più ci interessano, ovvero i ristori Tari, sperando che nel frattempo si sblocchino anche i fondi arrivati per il 2020”, ha detto Confesercenti.

“Allargamento del 110% per gli adeguamenti antincendio e investimenti in generale. Il Ministro ha evidenziato come servirebbero misure più snelle e ha detto che sarebbe meglio un 90% “agile” piuttosto che un 110% con le regole odierne.

Decontribuzione per le imprese che reintegrano il personale (anche parzialmente) e per le nuove assunzioni. Garavaglia si è detto assolutamente favorevole su questo tema.

Bonus tv per la sostituzione di apparecchi e impianti in vista del nuovo digitale terrestre. Ipotesi che il Ministro ha giudicato un’ottima idea, da prendere in considerazione. Moratoria estesa al 31 dicembre per i mutui che, ci è stato confermato, sarà sicuramente messa in pratica”, ha concluso Confesercenti riportando i contenuti dell’incontro.

Il sindaco e Carrara

Il Sindaco Baroncini ha evidenziato come le città termali siano forse le più colpite in assoluto dalle conseguenze economiche e sociali dalla pandemia, partendo dai dati forniti dalle associazioni di categoria: “La situazione del turismo e di conseguenza del commercio a Montecatini Terme risulta drammatica, partendo già da una crisi del termalismo, che viene da prima della pandemia.

I dati registrati per il 2020 fanno riflettere: una perdita per il nostro indotto, ad oggi, stimata intorno ai 124 milioni di euro, a fronte di una perdita media del fatturato dell’80% a causa anche del blocco del turismo dall’estero”.

A fronte di ciò il Sindaco ha anche avanzato alcune proposte concrete che il Ministro ha dichiarato di voler prendere in seria considerazione.

“Ho chiesto in sintesi due principali tipologie di aiuti mirati per le Città termali:
1. Creare un fondo ad hoc per le imprese delle Città termali che vada ad aumentare i ristori rispetto a quelli comuni a tutte le altre imprese, poiché le nostre realtà sono ancora più colpite della media;
2. Prevedere un contributo statale mirato ai Bilanci dei Comuni delle Città termali finalizzato a far sì che le Amministrazioni Municipali come la nostra possano azzerare o fortemente diminuire imposte come la TARI, l’IMU ed altre ”, così ha affermato il Sindaco Baroncini mettendo questi temi al centro delle sue richieste, vista la profonda crisi che ci colpisce e che molte imprese rischiano di non riaprire a causa degli ingenti costi fissi e alla pressione fiscale.

Sempre tra le proposte che sono emerse durante il dibattito, con il contributo delle categorie si trova la richiesta di estendere il bonus 110% per l’adeguamento delle strutture alberghiere alle normative sull’antincendio, insieme al bonus per il digitale.
Un altro tema, che riguarda le Terme, è stato quello di prevedere ed agevolare un congedo medico per le cure termali relative ai trattamenti post covid.

Si è parlato anche della Soc. Terme di Montecatini SpA con l’AU Michelotti che ha chiesto un intervento mirato ed urgente, da approfondire in un’ulteriore prossima riunione.

Il Ministro Garavaglia si è confermato molto disponibile e sensibile ai problemi dei territori ed in particolare del termalismo e si è dichiarato disponibile ad approfondire e portare avanti le proposte che sono emerse, anche con il quotidiano lavoro dei parlamentari.
A tal fine è stata condivisa anche la proposta di costituire un tavolo permanente per le terme iniziando a parlare di distretto termale da parificare ai tradizionali distretti industriali.

“Come rappresentante del territorio in Parlamento e come membro della Commissione attività produttive e turismo mi farò portavoce delle richieste emerse durante questo importante incontro, grazie anche al sostegno che sono certo di trovare tra i miei colleghi”, afferma l’On. Carrara; “Quello di oggi è solo l’inizio di un lavoro importante che iniziamo insieme, grazie alla disponibilità del Ministro e alle proposte avanzate dal Sindaco Baroncini e dalle categorie economiche”, conclude Carrara.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli