Cronaca

Montecatini, bando Pnrr per il restauro e la valorizzazione del Parco Regio

"Serve un intervento di restauro finalizzato al recupero del disegno originale, si propone una riqualificazione con potenziamento del verde, rifacimento della pavimentazione, restauro degli elementi di arredo urbano".

Montecatini, bando Pnrr per il restauro e la valorizzazione del Parco Regio
Cronaca Valdinievole, 15 Marzo 2022 ore 17:17

"Ai bandi, quando il gioco vale la candela, si partecipa. Non sempre è ammessa la partecipazione, quando lo è non sempre è possibile farlo, in alcuni casi ha poco senso farlo. Talvolta i limiti posti sono così articolati e la platea di enti finanziabili così vasta che il tempo da impiegare per costruire una proposta ragionevole può apparire mal speso. Abbiamo ritenuto comunque importante, come Giunta che governa una città che mira al progressivo miglioramento del suo impianto di infrastrutture, anche verdi e di interesse culturale, partecipare con un'articolata proposta all'AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROPOSTE DI INTERVENTO PER IL RESTAURO E LA VALORIZZAZIONE DI PARCHI E GIARDINI STORICI DA FINANZIARE NELL’AMBITO DEL PNRR, MISSIONE 1 – DIGITALIZZAZIONE, INNOVAZIONE, COMPETITIVITÀ E CULTURA, COMPONENTE 3 – CULTURA 4.0 (M1C3), MISURA 2 “RIGENERAZIONE DI PICCOLI SITI CULTURALI, PATRIMONIO CULTURALE, RELIGIOSO E RURALE”, INVESTIMENTO 2.3: “PROGRAMMI PER VALORIZZARE L’IDENTITÀ DEI LUOGHI: PARCHI E GIARDINI STORICI”.

La domanda

"L'oggetto della nostra domanda verte sul restauro e la valorizzazione del Parco Regio. Il Parco necessita di un intervento di restauro finalizzato al recupero del disegno originale, si propone una riqualificazione con potenziamento del verde, rifacimento della pavimentazione, restauro degli elementi di arredo urbano, rifacimento con efficientamento degli impianti di irrigazione e di illuminazione, così da creare uno spazio sicuro, sfruttabile in tutte le ore della giornata comprese quelle serali, idoneo ad ospitare eventi o manifestazioni culturali di varia natura. La compagine vegetale è cresciuta esponenzialmente senza sagoma (aiuola lungo via della Torretta), alcuni esemplari sono compromessi, l’intera vegetazione risente della mancanza di un’adeguata manutenzione aggravata dal mal funzionamento/assenza dell’impianto di irrigazione", ha detto l'assessore ai lavori pubblici, Alessandro Sartoni.

L'assessore Sartoni

"Si avverte la necessità di rinnovo di vecchie alberature e di sostituzione di esemplari attaccati da patogeni con specie a maggior resistenza. Gli elementi d’arredo storici/storicizzati vertono in cattivo stato di conservazione, le panchine e il lampione necessitano di un restauro, i cordonati che definiscono il disegno paesaggistico sono in parte inglobati nel terreno, spostati e disallineati dalla loro sede e costituiscono criticità per la sicurezza dei fruitori.

Infine il Parco, a parte i due proiettori a led che illuminano il Monumento ai Caduti, è privo di illuminazione, che verrebbe realizzata con materiali dotati delle più moderne tecnologie disponibili sul mercato.

Questo per dare un'idea generale di quel che vorremmo fare: non ha senso attardarsi in maggiori dettagli su questo aspetto perché qualora la domanda trovasse positiva accoglienza nella fase progettuale vera e propria ci sarebbero affinamenti scaturenti dal necessario confronto con la Sovrintendenza competente per territorio. Abbiamo richiesto oltre 700.000 euro, a completa copertura di progettazione, lavori, imposte, tasse e ogni onere connesso.

Siamo quindi in una fase del tutto preliminare, di "sgrosso" della questione, che dovrà essere affrontata con maggior puntualità nel momento in cui la domanda venisse positivamente accolta dagli organismi ministeriali. Il PNRR ci ha già visto protagonisti coi 5 milioni di euro assegnatici a fine 2021. Siamo consapevoli che non sarà semplice ottenere un risultato positivo ma è doveroso provarci esponendo le nostre buone ragioni", ha concluso Sartoni.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter