E’ il momento delle Sardine a Pistoia: sabato alle 18.30 in Piazza Spirito Santo

Tutto pronto per la manifestazione delle Sardine a Pistoia, stavolta quella ufficiale riconosciuta anche dal movimento a Bologna: appuntamento in Piazza dello Spirito Santo.

E’ il momento delle Sardine a Pistoia: sabato alle 18.30 in Piazza Spirito Santo
Pistoia, 24 Gennaio 2020 ore 18:42

Dopo le polemiche della prima data, prevista per il 4 gennaio scorso con tanto di “scissione” interna, le Sardine arrivano a Pistoia all’appuntamento ufficiale: tutti in piazza Spirito Santo il 25 gennaio alle 18.30.

Ecco la manifestazione ufficiale delle Sardine a Pistoia

Le Sardine pistoiesi ci riprovano. In veste ufficiale, con il benestare dei ragazzi di Bologna, torneranno in piazza dello Spirito Santo sabato 25 gennaio alle 18.30.

A tenere le fila ci sono le tre ragazze – Francesca Cimò, Elena Malinici, Giulia Palamidessi – che si erano unite insieme a Mannai, salvo poi litigare, dividersi da quest’ultimo e proporre un evento parallelo. Mannai si era comunque presentato in piazza il 4 gennaio, ma il parapiglia social (tre gruppi Facebook e altrettanti eventi) aveva destabilizzato la città e solo una cinquantina di persone lo hanno seguito.

sardine pistoia

Le giovani sono ripartite proprio dai cittadini: la nuova data è stata decisa all’unanimità in una riunione al circolo Garibaldi alla quale hanno preso parte circa ottanta pistoiesi.

«Sarà una festa delle diversità, sul modello di Riace – dicono in coro – ci saranno interventi di persone che hanno subito discriminazioni. Che sia per la loro pelle, religione, o sessualità».

Il 25 gennaio è anche la giornata di mobilitazione internazionale per la pace. Per questo, sulla pedana di piazza Spirito Santo salirà un ragazzo di Emergency. È atteso pure l’intervento del partigiano pistoiese Renzo Corsini, vista la vicina ricorrenza del Giorno della Memoria (lunedì 27).

Hanno appoggiato il ritrovo delle Sardine i pistoiesi Vauro, uno dei più noti vignettisti di satira politica, e Luca Boschi, fumettista (tra gli altri) di Lupo Alberto e Topolino. Il secondo ha disegnato lo striscione “6000 Sardine Pistoia” che sarà esposto in piazza e ha preparato una Sardina da scaricare (sul gruppo Facebook dell’evento), ritagliare, colorare e alzare al cielo sabato.

Le scorie del litigo e della manifestazione dissidente, sui social, si sono fatti sentire: gli iscritti del gruppo si sono fermati a 1500: la metà rispetto alla prima volta.

«Siamo molto fiduciose – concludono le organizzatrici – e speriamo nella partecipazione dei giovani. Vogliamo una piazza viva, positiva e piena di musica (a proposito c’è una playlist su Spotify LINK: https://open.spotify.com/playlist/0dFy6piY4TzeT6P3ytu1zN?si=RmnZx4oeTNmjfnGPqNVqKA&fbclid=IwAR2dd_jtUtu0jbsMFOb41mi14AxYn7a7KeNzTDN4sdi-dx7ZCGDxmDvFuGs). Ma la positività non deve essere scambiata con la superficialità. Le Sardine si scagliano contro il linguaggio dell’odio, non si sentono rappresentate dal modo in cui oggi si fa politica e difendono i valori di inclusione, rispetto, non violenza, antifascismo e tutela dei diritti umani. Non ci fermeremo alla piazza, abbiamo altre iniziative in cantiere. Anche in una montagna».

LEGGI ANCHE: Dissapori interni e 3 fondatrici escono dal gruppo delle Sardine in piazza il 4 gennaio 2020

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei