Prima campanella

Massa e Cozzile, la gioia per la riapertura del comprensivo “Bernardo Pasquini”

Grandi emozioni al "Pasquini" di Massa e Cozzile con la visita, di prima mattina, del sindaco Marzia Niccoli: la ripartenza anche grazie ad importanti opere di ristrutturazione per poco più di mezzo milione di euro.

Massa e Cozzile, la gioia per la riapertura del comprensivo “Bernardo Pasquini”
Valdinievole, 14 Settembre 2020 ore 12:01

Nel giorno della riapertura delle scuole, lunedì 14 settembre, immediata visita da parte del sindaco di Massa e Cozzile Marzia Niccoli all’istituto comprensivo “Bernardo Pasquini” per il suono della prima campanella ed un incontro con la dirigente: la scuola è stata oggetto di ristrutturazioni per poco più di mezzo milione di euro.

La prima campanella al “Pasquini”, il commento del sindaco Niccoli

La scuola media, sede dell’Istituto Comprensivo “Bernardo Pasquini”, ha riaperto le porte dopo la realizzazione di opere imponenti che l’hanno resa adeguata alle nuove normative sulla sismica. Restituiamo per il nuovo anno scolastico alla comunità scolastica un edificio realizzato a metà degli anni ’70, completamente sicuro dal punto di vista sismico – afferma il sindaco Marzia Niccoli – anche questa scuola rappresenta un po’ il simbolo di come l’Amministrazione Comunale ha lavorato in questi anni nel c campo dell’edilizia scolastica, sia per rendere gli edifici più sicuri, grazie ad interventi di miglioramento e adeguamento sismico, sia sul versante dell’efficentamento energetico. Infatti tutte le nostre scuole sono state oggetto di interventi.

Ed oggi, proprio oggi per la nota situazione legata al covid-19, è stata una grande soddisfazione riaprire le porte di questa scuola che fino a pochi giorni fa era un cantiere iniziato i primi di giugno. Sembrava veramente impossibile, è stata davvero una corsa, che, non lo nego, ha creato momenti di ansia e preoccupazione, ma grazie ad un lavoro di squadra portato avanti in sinergia con la ditta incaricata che ha dovuto fare i conti con il lockdown, tutti i tecnici, il direttore dei lavori e i dipendenti comunali che hanno dato il meglio lavorando senza sosta per arrivare a garantire la riapertura mantenendo gli impegni presi.

Quindi il modo migliore per celebrare l’avvio del nuovo anno scolastico dopo la chiusura disposta a causa del covid-19. Ho sempre sottolineato che la scuola rappresenta una priorità e gli amministratori devono essere di esempio per tutti gli studenti che hanno il diritto di avere ambienti idonei alla loro funzione educativa consapevoli di quanto questo sia fondamentale. ANCHE QUESTA ERA UNA SFIDA E
L’ABBIAMO INSIEME SUPERATA con determinazione e soprattutto con grande passione.

L’opera è stata realizzata con fondi derivanti dai mutui BEI attraverso il bando emanato dalla Regione Toscana per Euro 440,167 e con fondi propri per Euro 129.833,00.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità