IL BILANCIO

Maltempo sulla montagna pistoiese

Maltempo sulla montagna pistoiese
Cronaca Montagna, 06 Dicembre 2020 ore 11:22

Due giorni di forti precipitazioni sulla montagna pistoiese ma senza grandi danni: l’ingente quantità d’acqua caduta si è mischiata al manto nevoso presente sul terreno, che si è sciolto in seguito alla pioggia.. “Situazione potenzialmente a rischio ma il buon lavoro di manutenzione dei mesi scorsi ha evitato il peggio”. Il Consigliere regionale Diego Petrucci (Fdi) ringrazia l’amministrazione di Abetone Cutigliano per il lavoro svolto e l’assessore ai lavori pubblici Gabriele Bacci.

Maltempo sulla montagna pistoiese

Due giorni di forti precipitazioni sulla montagna pistoiese senza grandi danni, l’ingente quantità d’acqua caduta si è mischiata al manto nevoso presente sul terreno, scioltosi in seguito alla pioggia. Il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia Diego Petrucci ringrazia l’amministrazione di Abetone Cutigliano per il lavoro svolto e l’assessore ai lavori pubblici Gabriele Bacci: “Situazione potenzialmente a rischio ma il buon lavoro di manutenzione dei mesi scorsi ha evitato il peggio” ha dichiarato Petrucci.

Il bilancio

“Mi sono occupato personalmente come assessore, insieme a tutti i consiglieri e agli operai comunali, della gestione della situazione di emergenza meteo che ha investito il nostro territorio negli ultimi giorni -ha reso noto Gabriele Bacci, assessore ai Lavori Pubblici di Abetone Cutigliano- Possiamo affermare da un’ultima analisi di questa mattina, che la situazione complessiva del territorio comunale è sotto controllo, i corsi d’acqua, dai più piccoli ai più importanti, hanno ben sopportato il grande flusso. Abetone ha vissuto la situazione più complessa vista la quantità di neve presente, situazione gestita in maniera impeccabile fin da subito dai nostri operai che ringraziamo di nuovo per aver lavorato veramente h24. Il lavoro di pulizia fossi, svolto in collaborazione con il consorzio di bonifica, ha portato il risultato sperato -prosegue l’assessore Bacci- Un grazie va anche alla collaborazione con l'Unione dei Comuni e di conseguenza agli operai del settore forestazione, che dopo la bomba d’acqua del 4 giugno, hanno saputo ripristinare e migliorare lo stato dei corsi d'acqua nelle parti più a monte in maniera impeccabile evitando oggi danni a valle. Questa parte di manutenzione che definirei “silenziosa” del territorio, spesso non viene percepita all'esterno, ma è in giornate come queste che poi emerge e protegge ciò che abbiamo costruito. Un esempio è il lavoro svolto da questa amministrazione che ha visto la demolizione e ricostruzione di tutti gli attraversamenti stradali intasati da tempo nel tratto di strada Melo-Doganaccia effettuata pochi mesi fa. Detto questo, il monitoraggio per il momento proseguirà ininterrottamente per poi passare ad una ripulitura complessiva nei prossimi giorni”.