Cronaca
Prospettive

Le sfide per il 2022 di Cisl Toscana Nord

"Purtroppo l'anno che si chiude è stato segnato ancora dalla pandemia - così Alessandra Biagini, Segretario Cisl Toscana Nord-Pistoia .-“

Le sfide per il 2022 di Cisl Toscana Nord
Cronaca Pistoia, 09 Gennaio 2022 ore 13:56

"Purtroppo l'anno che si chiude è stato segnato ancora dalla pandemia - così Alessandra Biagini, Segretario  Cisl Toscana Nord-Pistoia -. Per uscirne c'è solo una cosa: il vaccino per la salute nostra e di chi amiamo.  Vacciniamoci perché vuol dire sì alla vita, un gesto fondamentale  per uscire da questa emergenza e riafferrare la normalità. Solo così  potremo accelerare la ripresa delle attività e rilanciare crescita e occupazione anche nella nostra provincia".

"Nel 2022 ci attendono saranno tante sfide  da affrontare, ma nell'agenda come Cisl al primo posto c'è il lavoro: un lavoro stabile, di qualità, in sicurezza,. Dobbiamo riuscire a dare dignità al lavoro e a dire basta con le morti  sul lavoro.
Un'altra priorità è l'occupazione giovanile e femminile, la nostra provincia ha sofferto molto in questi ultimi due anni da questo punto di vista. E poi - aggiunge la referente Cisl Toscana Nord Pistoia -  facciamo investimenti, portiamo infrastrutture, spendiamo bene i soldi che ci arrivano dall'Unione Europea, dal Pnrr, facciamo progetti condivisi che portino sviluppo a tutta la nostra comunità pistoiese".
Un passaggio importante riguarda le politiche industriali. "Servono politiche industriali nuove - sottolinea Alessandra Biagini - c nella direzione della sostenibilità. E' urgente ridurre le disuguaglianze che invece sono aumentate negli  ultimi due anni. Dobbiamo lottare contro la povertà e tutte le marginalità,  rilanciare salari e pensioni. Sfide che ci trovano pronti. Come Cisl daremo sempre il nostro contributo, attraverso una  proposta responsabile e autonoma per favorire sviluppo, occupazione e coesione sociale. Obiettivi che si raggiungono attraverso il dialogo e la concertazione tra i vari livelli,  soggetti  istituzionali e non,  associazioni. Se riusciremo a fare questo nel paese Italia ma anche nel  piccolo della nostra provincia avremo sviluppo e riusciremo a creare benessere. Voglio fare gli auguri per un buon 2022 a tutti - conclude - , e soprattutto a coloro che coloro che per qualsiasi motivo sono nella sofferenza perché sia davvero, e per tutti, un anno  di serenità e  di pace".