L'ADDIO AL CAMPIONE

L'addio a Pablito Rossi: quel film girato allo stadio Melani e le serate benefiche in tutta la provincia

il 21 luglio 2018 allo stadio “Marcello Melani” per realizzare un cameo all’interno del film “Ti vogliamo bene Francesco Nuti” ideato e realizzato dall’attore pistoiese Enio Drovandi.

L'addio a Pablito Rossi: quel film girato allo stadio Melani e le serate benefiche in tutta la provincia
Cronaca Pistoia, 10 Dicembre 2020 ore 10:13

In questo 2020 davvero funesto, il destino ha strappato a questa esistenza anche l’eroe assoluto del “Mundial ‘82”, vale a dire il pratese Paolo Rossi stroncato nella notte fra mercoledì e giovedì scorso da una grave malattia a soli 64 anni.

Aveva solo 64 anni

Un personaggio che rimarrà nel cuore di tutti gli italiani e che, da “vicino di casa”, è stato spesso presente anche ad iniziative sul territorio della provincia di Pistoia. Come nel gennaio scorso quando presenziò ad una serata a Monsummano Terme per la donazione di un defibrillatore. O come a luglio, appena cinque mesi fa, quando a Montemurlo partecipò alla serata per una donazione alla Protezione Civile di Chiesina Uzzanese (foto da Televisium di Alessandro Martini).

Una foto dal canale Fb Televisium: Rossi a Montemurlo a luglio

 

Ma ancora più carica di emozioni fu la giornata che si dedicò il 21 luglio 2018 allo stadio “Marcello Melani” per realizzare un cameo all’interno del film “Ti vogliamo bene Francesco Nuti” ideato e realizzato dall’attore pistoiese Enio Drovandi.
Per realizzare questa scena, visto che Paolo Rossi aveva conosciuto lo stesso Nuti, aveva avuto addirittura una speciale deroga dal Museo del calcio di Coverciano per indossare la maglia originale che aveva portato addosso nelle varie sfide contro Camerun, Argentina, Brasile, Polonia e Germania Ovest.

Un passaggio del tutto inatteso, visto che inizialmente il film doveva essere girato altrove, ma fu lo stesso Drovandi (pistoiese doc) a spuntare la possibilità di girare alcune scene all’interno dell’impianto di via dello Stadio.
Anche in quell’occasione, come in tutta la sua vita, fu disponibile ed affabile a concedersi ai curiosi che si erano recati sul set: un personaggio che, indubbiamente, ha fatto la storia del nostro Paese e lì rimarrà per sempre.