Menu
Cerca
Ponte buggianese

La Valdinievole è sicura: merito del Consorzio

Continua senza sosta anche inValdinievole il lavoro del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno che non ha mai smesso la propria attività nei vari cantieri né quella di vigilanza

La Valdinievole è sicura: merito del Consorzio
Cronaca Pistoia, 05 Giugno 2021 ore 11:00

Continua senza sosta anche inValdinievole il lavoro del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno che non ha mai smesso la propria attività nei vari cantieri né quella di vigilanza e prevenzione durante tutto il periodo della pandemia.

Per avere un panorama dettagliato della situazione abbiamo chiesto lumi al presidente Maurizio Ventavolied all’ingegner Lorenzo Galardini.

«In questi giorni stiamo ultimando alcuni lavori finanziati con le economie dell’esercizio 2020 - ha spiegato l’ingegner Lorenzo Galardini, direttore dell’Area Manutenzioni dell’Ente - ma già abbiamo proceduto con gli appalti e gli affidamenti della maggior parte dei lavori per l’anno 2021. Stiamo solo aspettando le condizioni ottimali per poter iniziare la fase di cantiere».

Gli fa eco il presidente.

«Quest’anno la programmazione della manutenzione del Consorzio di Bonifica risulta particolarmente impegnativa – ha spiegato Maurizio Ventavoli presidente del Consorzio 4 Basso Valdarno - anche a causa di alcuni finanziamenti ottenuti grazie al lavoro degli uffici tecnici che hanno saputo prontamente predisporre i progetti nelle giuste finestre temporali. In particolare sono in programma due importanti finanziamenti che interesseranno i principali corsi d’acqua dellaValdinievole, per un importo complessivo di 1 milione e 65 mila euro».

Si tratta di due opere di manutenzione straordinaria, entrambe in fase di appalto. La prima punterà al ripristino dei dissesti lungo i torrenti Pescia di Pescia, Pescia di Collodi, Pescina e Nievole per un importo totale di 885 mila euro, di cui 690 finanziati con fondi Rendis del Ministero dell’Ambiente che transita attraverso la Regione Toscana e i restanti 195 mila cofinanziati dal Consorzio di Bonifica.

In programma anche opere di manutenzione straordinaria lungo il Pescia di Pescia per un importo complessivo di 180 mila euro finanziati con fondi della Regione Toscana all’interno del DODS 2021, ovvero il Documento Operativo Difesa del Suolo.

Senza ovviamente tralasciare la manutenzione ordinaria che è l’attività principale del Consorzio di Bonifica e riguarda la cura dei tratti più sensibili del reticolo di gestione necessari per la prevenzione del rischio idrogeologico e la manutenzione delle opere di difesa.

Il cronoprogramma delle opere è ripercorso dal presidente.

«Dal mese di maggio sono iniziati i lavori di manutenzione sui corsi d’acqua del comprensorio - ha spiegato Maurizio Ventavoli - che proseguiranno per tutta l’estate fino ai mesi di ottobre/novembre per mettere in sicurezza il reticolo in vista della stagione delle piogge. I lavori di manutenzione, che si dividono in ordinaria e straordinaria, sono finanziati in parte con fondi del Consorzio e in parte con fondi della Regione Toscana per le seconde categorie: l’Arno, lo Scolmatore, una parte del fiume Era, il bacino di Roffia».

Per la manutenzione ordinaria per l’anno 2021 sono stati stanziati, per tutto il comprensorio di competenza del CB4, 6,2 milioni di euro. Di questi, quasi 1,8 per la sola Unità idrografica omogenea (U.I.O.) Valdinievole, la più piccola delle quattro U.I.O. in cui è suddiviso il territorio di competenza del CB4 (35.528 ettari, 17,1% del CB4) e che comprende tutti i bacini che scolano nel cratere palustre del Padule di Fucecchio. Principalmente si tratta di lavori di taglio di vegetazione, che saranno effettuati con modalità e tempistiche differenti sul territorio, secondo un cronoprogramma che tiene conto della profonda conoscenza dell’Ente delle specifiche criticità del territorio e del rispetto delle tempistiche di legge dettate per la salvaguardia della flora e la fauna presente.

Ai fondi stanziati per la manutenzione ordinaria per il 2021, si aggiungono quelli destinati alla manutenzione complementare, ovvero principalmente scavi e piccole opere murarie o di manutenzione delle opere idrauliche di competenza.

Per la U.I.O. Valdinievole saranno stanziati 87 mila euro, su un totale nel comprensorio di oltre 425 mila.

A bilancio anche lavori di pronto intervento e servizio di piena, per cui saranno stanziati in totale poco più di 340 mila euro e circa 85mila solo per la Valdinievole. Si tratta di un capitolo strategico per la sicurezza del territorio: «Durante l’inverno 2020, che dai dati in possesso al Consorzio si è rivelato uno dei più piovosi degli ultimi decenni - ha spiegato Lorenzo Galardini - l’azione combinata della prevenzione effettuata con la manutenzione ordinaria e dell’azione continua di riparazione di guasto effettuata durante tutto l’anno, ha permesso di superare i periodi più critici senza particolari problemi».

Infine, saranno destinati circa 530 mila euro per tutte e quattro le U.I.O. per la manutenzione ordinaria di impianti idrovori e portelle idrauliche e 62 mila euro totali per gli eventuali interventi in urgenza o di guasto. In totale sono 4,5 mila i chilometri di corsi d’acqua affidati alla cura quotidiana del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno che può contare sul lavoro di 95 persone tra tecnici, operai e personale amministrativo e su 50mezzi: dalle semplici utilitarie usate ad esempio per i sopralluoghi ai grandi escavatori utilizzati per gli interventi più importanti, ma anche iniziative a supporto della tutela dell’ambiente.