Menu
Cerca
CRONACA

La protesta a Villa Rospigliosi: #insiemeperil wedding

Il crollo di fatturato nel 2020 si aggira attorno all’85%, un dato che potrebbe peggiorare nel 2021 visto il netto calo dei matrimoni nello scorso anno. Circa 80% per le celebrazioni religiose.

La protesta a Villa Rospigliosi: #insiemeperil wedding
Cronaca Valdinievole, 17 Aprile 2021 ore 10:56

Villa Rospigliosi, splendida struttura nel cuore di Spicchio, frazione del comune di Lamporecchio, sede del ristorante Atman di Marco Chassai, è stata teatro di una della manifestazione #insiemeperilwedding.
Recentemente si è tenuto l’evento a sostegno del comparto wedding, pensato dagli stessi imprenditori e le realtà commerciali del settore. Migliaia di aziende sono ora in liquidazione o in fallimento ed il trend proseguirà nei prossimi mesi se non ci sarà un’immediata comunicazione di una data di ripartenza. Chef e cuochi, associazioni di catering, wedding planner, fotografi,videomaker, fioristi, estetiste e parrucchieri, musicisti (alla villa era presente Paolo Grossi) si sono uniti contro l’incertezza ed il buio, in un grido d’allarme.

Claudia Venturini

«L’iniziativa è nata principalmente per chiedere una data certa in cui i matrimoni e tutto l’indotto ad essi collegato potrà ripartire – ha spiegato Claudia Venturini, wedding planner conosciuta del territorio ed organizzatrice della manifestazione a Lamporecchio – l’evento infatti, è avvenuto contemporaneamente in 31 piazze italiane tutte unite dallo slogan “Insieme per il wedding”. La scelta di Villa Rospigliosi è riconducibile al nucleo stesso dell’evento, mi è sembrato un simbolo perfetto per far risuonare il nostro grido d’aiuto, in quanto scenario tra i più scelti per celebrare cerimonie».

Il crollo di fatturato nel 2020 si aggira attorno all’85%, un dato che potrebbe peggiorare nel 2021 visto il netto calo dei matrimoni nello scorso anno. Circa 80% per le celebrazioni religiose. Una richiesta di aiuto, non solo fatta di sostegni e ristori, ma di una data certa, dalla quale sarà possibile dare nuovamente vita alle attività, in sicurezza e nel rispetto di tutte le norme vigenti. All’incontro alla Villa Rospigliosi sono intervenuti i sindaci di Lamporecchio Alessio Torrigiani e di Larciano Lisa Amidei, i quali sono hanno dato un preciso segnale di vicinanza e solidarietà a tutti coloro che nel nostro territorio operano in questo settore.

«Ancora oggi la situazione è difficile e complicata, in giro vi sono ancora sofferenze e lutti – ha detto il sindaco di Lamporecchio Alessio Torrigiani – noi sindaci stiamo premendo le istituzioni superiori affinché si velocizzi il più possibile la campagna di vaccinazione che è l’unico modo per uscire da questa impasse. La speranza nella bella stagione è sicuramente molto forte, ma ancora la situazione sarà particolare e di difficile gestione».
Il comparto del wedding è uno dei pochi a supportare con grande forza e incisività il prodotto Made in Italy e dunque il manifatturiero italiano. L’Italia, copre lo 0.50% della superficie terrestre. Una minuscola parte di mondo che però gode di una posizione geografica perfetta, di una varietà di specie animali e vegetali commestibili superiore a qualsiasi altro stato al mondo e di un patrimonio di paesaggi naturali inestimabile. Da nord a sud il nostro stivale detiene il 70% del patrimonio artistico e culturale del mondo.

«Il gioiello territoriale che ci ritroviamo tra le mani non può morire a causa del Covid-19. Ci siamo riuniti con forza per richiedere la possibilità di programmare il nostro domani – ha concluso con passione e commozione Claudia Venturini – vorrei dire un enorme grazie a tutti coloro che si sono impegnati in questa manifestazione, sostenendola e promuovendola sin da subito. Abbiamo raggiunto vette di sensibilizzazione mediatica inimmaginabili e spero possa essere un chiaro messaggio di aiuto per la possibile rinascita di questo settore».