Cronaca
il dramma

Incidente mortale sul lavoro alla Cartiera Panigada di Lanciole - Le reazioni da sindacati e politica

Incidente mortale sul lavoro poco prima delle ore 12 alla cartiera Panigada di Lanciole: a perdere la vita un lavoratore investito nel piazzale. Vani tutti i soccorsi.

Incidente mortale sul lavoro alla Cartiera Panigada di Lanciole - Le reazioni da sindacati e politica
Cronaca Montagna, 09 Febbraio 2022 ore 15:50

Drammatico incidente sul lavoro nella mattina di mercoledì 9 febbraio 2022 nel piazzale della Cartiera Panigada a Lanciole, nel territorio di San Marcello Piteglio: un lavoratore, Sandro Maltagliati di 58 anni e molto conosciuto in Valleriana, ha perso la vita. Inutile l'arrivo dell'elisoccorso Pegaso. Tutti i dettagli sul GIORNALE DI PISTOIA E DELLA VALDINIEVOLE in edicola da venerdì 11 febbraio 2022.

Incidente mortale sul lavoro a Lanciole

Incidente mortale, nella tarda mattinata di mercoledì 9 febbraio 2022, nel piazzale di lavorazione della cartiera Panigada a Lanciole, nel territorio di San Marcello Piteglio nella parte di territorio che guarda verso la Valleriana.

A perdere la vita un uomo, di 57 anni, che è stato investito sul piazzale sembra da un carrello elevatore che stava facendo delle manovre. Vani sono stati i soccorsi: allertato il 118, infatti, sul posto si sono precipitati i Vigili del Fuoco assieme all'automedica di Pescia e la Misericordia di Uzzano. Vista la zona abbastanza complessa da raggiungere, la sala operativa aveva allertato anche l'elisoccorso Pegaso che, però, non è stato utilizzato in quanto il decesso del lavoratore è stato dichiarato sul posto. Nella zona sono arrivati anche i Carabinieri della Medicina del Lavoro e l'Asl per i rilievi del caso per capire le cause del decesso.

Incidente mortale sul lavoro, la nota di Cgil

Abbiamo appreso che alla Cartiera Panigada di Piteglio si è verificato un incidente mortale. Un lavoratore ormai prossimo alla pensione è stato investito durante i lavori sul piazzale esterno. Attendiamo l’esito  degli accertamenti che gli organismi preposti dovranno eseguire ma evidenziamo che si tratta del secondo infortunio, questa volta mortale, avvenuto nell’arco di pochi mesi nella zona e nel settore cartario. E'  inaccettabile che nei luoghi di lavoro si continui a morire come nel secolo scorso. La salute e la sicurezza  devono essere assunti come priorità, a partire dal non più rinviabile investimento sulla prevenzione e  sulla formazione. Esprimiamo il nostro cordoglio alla famiglia e ai colleghi di lavoro.

Questa la dichiarazione di Giuseppe Gentile, SLC Cgil Area Vasta Firenze-Prato-Pistoia

Incidente a Lanciole, il cordoglio del Pd di Pescia

Il Partito Democratico di Pescia si stringe alla famiglia dell’operaio morto nella cartiera di Lanciole. Sulla sicurezza sul lavoro c’è bisogno di un cambio culturale perché troppo spesso non viene dato il giusto peso  alle regole che ci sono, dando per scontato che sia solo burocrazia. I dati forniti dall’INAIL ci dicono che  nel solo 2021 sono morte 3 persone al giorno sul lavoro e sono aumentate, anche se di poco, le denunce di  infortunio. Questi dati impongono una riflessione e un lavoro serio sul tema perché queste tragedie  non succedano più. Le nostre più sentite condoglianze alla famiglia di questo nostro concittadino.

Incidente sul lavoro, la nota della Cisl di Pistoia

Basta con i dati da bollettino di guerra, un altro incidente mortale si è verificato oggi a Pistoia, in una cartiera di Piteglio, un lavoratore di 58 anni Sandro Maltagliati ha perso la vita sul posto di lavoro ,per cause ancora da accertare dalle autorità competenti.

La sicurezza nei luoghi di lavoro non deve essere un lusso ma una priorità, occorre più prevenzione, repressione, vanno intensificate le verifiche, controlli ed ispezioni. Non possiamo risparmiare non assumendo ispettori e medici del lavoro. Un’azienda più sicura è anche un’azienda più produttiva e competitiva, è da tempo che chiediamo l’istituzione di una patente a punti che qualifichi le imprese. Investiamo sulla formazione, introduciamo anche la materia “Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro” fin dalla scuola dell’obbligo. La sicurezza sul lavoro deve essere una battaglia di tutti :  sindacato, imprese, istituzioni. La Segretaria della Cisl Toscana Nord-Pistoia Alessandra Biagini esprime anche a nome di tutta l’organizzazione sindacale che rappresenta lo sgomento , il cordoglio e la vicinanza alla famiglia del lavoratore scomparso.

Perde la vita a Lanciole, la solidarietà di Luciana Bartolini (Lega)

“Nell’esprimere la nostra vicinanza ai familiari dell’operaio morto in un’azienda di San Marcello Piteglio-afferma Luciana Bartolini, Consigliere regionale della Lega-desideriamo purtroppo segnalare come, in Toscana, tali accadimenti siano tuttora molto frequenti.”

“Dopo un 2021 costellato da troppe vittime sul lavoro-prosegue il Consigliere-purtroppo anche quest’anno pare non ci sia un’inversione della tragica rotta e su ciò, tutti noi, dobbiamo attentamente riflettere.” “Non è pensabile, infatti, che una persona esca da casa per andare a lavorare-precisa l’esponente leghista-e che non ci faccia più ritorno a causa di un qualche grave incidente.”

“E’ fondamentale, pertanto-conclude la rappresentante della Lega-che le Istituzioni, da quelle nazionali a quelle locali, adottino, dunque, le giuste contromisure per scongiurare questa impressionante serie di lutti.”

Morte sul lavoro, la condanna della senatrice Caterina Bini (PD)

"Quello che si è verificato oggi nella cartiera del comune di San Marcello Piteglio (Pistoia) è inaccettabile, come ogni morte sul lavoro. Un operaio di 58 anni ha perso la vita sul posto di lavoro. Sappiamo purtroppo che casi simili sono all’ordine del giorno ormai da diverso tempo, non solo in Toscana ma in tutta Italia. Nel 2021 il numero delle vittime sul lavoro è stato di 1404. Non sono numeri, ma persone. Per questo anche il Presidente Mattarella ci ha ricordato nel suo intervento quanto sia urgente intervenire perché si fermi questa strage. Dovremo dar seguito alle sue parole. Esprimo la mia più sincera vicinanza alla famiglia della vittima."

L'intervento di Rifondazione Comunista

Anche oggi un altro operaio è morto sul lavoro. È accaduto a Lanciole in una cartiera. Al di là delle modalità, ancora da chiarire tecnicamente, la classe operaia paga il quotidiano tributo di sangue a un modello produttivo, ormai insopportabile. Il nostro sgomento di unisce al senso di impotenza che ormai prende tutti. Esprimiamo le nostre condoglianze alla famiglia e la nostra solidarietà ai compagni di lavoro ma chiediamo anche che si proceda seriamente a una vera campagna di prevenzione infortuni. Certamente, vanno rinforzate le strutture pubbliche di controllo e - ne siamo convinti - di diffusione in tutti i luoghi di lavoro della figura dei RLS - Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza. Ma riteniamo anche che si debba rilanciare il conflitto sociale per ribaltare le attuali condizioni di lavoro insostenibili e che producono in Italia 3 morti sul lavoro, tutti i giorni! Per questo chiediamo subito uno sciopero generale provinciale per fermare i morti dovuti alla logica del profitto.

Ivano Bechini per la segreteria provinciale di Pistoia di Rifondazione Comunista

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter