Cronaca
l'emergenza

Incendio Massarosa, sul posto anche i Vigili del Fuoco di Pistoia: riaperta la Bretella A11

Nottata da incubo nella zona perché le fiamme non accennano a placarsi, spinte dal vento: ancora chiusa la bretella autostradale, sul posto anche personale da Pistoia.

Incendio Massarosa, sul posto anche i Vigili del Fuoco di Pistoia: riaperta la Bretella A11
Cronaca Pistoia, 20 Luglio 2022 ore 09:01

Ancora immagini spaventose dal rogo che sta distruggendo centinaia di ettari di vegetazione nei dintorni di Massarosa, in provincia di Lucca. Nella serata di martedì 19 luglio, col vento che ha cambiato direzione, il fumo ha letteralmente invaso anche tutta la Valdinievole ed in parte era visibile anche da Pistoia. Proprio dal capoluogo, come segnalato anche dal sindaco Alessandro Tomasi, già da ieri è partita una squadra di Vigili del Fuoco che è sul posto per aiutare la macchina dei soccorsi ma le fiamme sono ancora poderose. E' rimasta chiusa per molte ore la Bretella A11 Lucca-Viareggio e quindi per i pistoiesi che si spostano verso il mare è sempre obbligatorio arrivare a Pisa Nord per poi risalire verso la Versilia: la riapertura nella mattinata del 20 luglio dopo che il fuoco si era diretto altrove.

L'aggiornamento dei Vigili del Fuoco sull'incendio di Massarosa

Nella notte a causa del vento i fronti di fiamma si sono rinforzati e mutando direzione, sono arrivati sino agli abitati di Miglianello, Pieve a Elici , Montigiano, coinvolgendo anche gli insediamenti posti a fondo valle di via di Roncò, via Acquachiara e via Polla di Morto. Sono stati fatti evacuare i nuclei abitati direttamente minacciati dalle fiamme con aiuto di Vigili del Fuoco, Protezione Civile e Carabinieri e Polizia Locale, una parte circa 80 alloggiati presso la scuola a Massarosa, molte altre in altre strutture e/o accolte presso parenti ed amici.
Ancora attivo il fronte di Fibbialla.

Le operazioni continuano non senza difficoltà. Durante la notte alcuni situazioni critiche anche per il personale antincendio, dovute alla variazione di vento, alla scarsa visibilità e alle zone impervie.
Durante la notte sono avvenute diverse esplosioni di serbatoi di GPL. Sono a lavoro ancora le squadre di terra di vigili del fuoco e del personale AIB della Regione Toscana, con l'arrivo della luce sono ripartiti i canadair e gli elicotteri AIB.

Durante tutta la notte il nucleo SAPR dei Vigili del Fuoco, attraverso il sorvolo di un drone con termocamera, ha monitorato l’andamento dei fronti di fuoco per capire l’evoluzione e l’avanzamento dell’incendio, che ha aiutato la gestione delle dello scenario del personale TAS (Topografia Applicata Soccorso) e al Direttore delle Operazioni.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter